Economia

La Cisl "batte" Adecco

Alle buste paga dei lavoratori erano stati effettuati prelievi non dovuti

28/11/2013

Si sono svolte ieri le assemblee dei lavoratori Adecco operanti nello stabilimento della Ibi di Aprilia ed  organizzate dalla Femca Cisl di Latina e dalla Felsa Cisl, la Federazione che si occupa dei lavoratori somministrati,autonomi ed atipici. L'incontro è servito a spiegare i contenuti degli incontri avuti con la Direzione di Adecco Italia, dai quali è scaturito un accordo che ristabilisce i corretti parametri nelle buste paga di questi lavoratori. Nelle loro retribuzioni erano state, infatti, rilevate una serie di anomalie causate da una erronea applicazione di alcune voci riportate dal CCNL dei chimici e non conformi a quanto previsto dal contratto stesso. Una perdita economica in busta paga per ogni lavoratore che andava ogni mese dal 10 al 25 % .

 Una anomalia riscontrata dalla Femca Cisl anche in altre aziende che utilizzano lavoro interinale che ha spinto il sindacato ad approfondire la questione.

 L'azione congiunta di Femca e Felsa Cisl ha portato ad un incontro con l'Adecco che ha riconosciuto il proprio errore impegnandosi a ripristinare la corretta modalità di calcolo delle retribuzioni a partire dal mese di novembre 2013. Le somme  non erogate fino ad oggi saranno inserite nella busta paga del prossimo dicembre, pagata il 15 gennaio 2014. Il sindacato ha poi chiesto ed ottenuto che tale trattamento sia  riservato anche a tutti quei dipendenti, non più in forza all'Adecco, ma che abbiano maturato queste differenze retributive. L'azienda si è impegnata a contattare queste persone ed erogare loro le somme di cui risultano creditrici."Sarà cura del sindacato verificare attentamente che questo accada pronti ad appoggiare, come sempre, i lavoratori nella tutela dei loro interessi" commenta Roberto Cecere Segretario Generale della Femca Cisl di Latina. "Gestire le problematiche facendo accordi è, infatti, il compito di un sindacato attento e responsabile che deve cercare di evitare di percorrere inutilmente strade conflittuali per demagogia o populismo, come altri hanno tentato di fare in questa vicenda." 

 

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE