Politica

"Vogliamo chiarezza sul patrimonio del Conservatorio di Sezze"

Il Movimento libero iniziativa sociale chiede luce sull'entità del patrimonio del Corradini

12/11/2013

Riceviamo e pubblichiamo.

A distanza di oltre tre settimane dalla richiesta pubblica di fare chiarezza sull'entità del patrimonio del Conservatorio Corradini, tutto continua a tacere. Il cda dello stesso sembra essersi trincerato in un mutismo che finisce per accrescere i dubbi sulla gestione dei beni della fondazione nel corso degli anni. Restano completamente immobili il sindaco Andrea Campoli e tutti gli amministratori, i quali non solo hanno affrontato la discussione del nuovo piano regolatore senza avere la minima idea di quello che è l'asse dei beni pubblici, siano essi del Comune o di altri enti territoriali, siano essi dello Stato, ma sembrano disinteressarsi, stranamente, di una questione che è fondamentale. Movimento libero Iniziativa sociale dice che tutti costoro hanno il dovere di pubblicizzare in maniera adeguata l'intero patrimonio e rendicontare puntualmente nel merito di quella che è stata la gestione dello stesso e su eventuali transazioni o cambi di destinazione d'uso. Non si riesce a capire come e perché un consiglio di amministrazione, quello del Corradini, che è formato da due consiglieri comunali di lungo corso nonché dall'ex responsabile dell'Ufficio tecnico del Comune di Sezze trovi difficoltà non solo a comunicare con il primo cittadino e con l'assemblea consiliare di appartenenza ma soprattutto con la città.

Quali sono i problemi che impediscono di rendere pubblica la documentazione richiesta da Mlis, dopo che è stata ampiamente diffusa la notizia relativa alla sentenza della Cassazione, che ha chiarito una volta per tutte che questi beni sono pubblici? Ma il cda, che tra l'altro viene costituito su indicazione del consiglio comunale, non deve rendere conto a nessuno della gestione dell'ingente patrimonio? Nemmeno al Ministero della Pubblica Istruzione? Il tentativo di cementificare con ulteriori 800mila metri cubi il già martoriato territorio di Sezze tramite il nuovo prg, avrebbe obbligato tutti ad una attenta valutazione di tali questioni. 

Movimento libero Iniziativa sociale - lavocelibera.it

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Sezze, Sezze Scalo

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE