Sport

Il dolore di Goran Vujevic per il figlio Stefan

Si sono svolti ieri i funerali del primogenito dell'ex giocatore pontino

23/10/2013

Si sono svolti ieri nella chiesa di Santa Maria Maggiore di Bettona, Perugia, presenti il direttore sportivo dell'Andreoli Candido Grande, il team manager Bartolo Cappa e il segretario Carlo Buzzanca, i funerali di Stefan, il primogenito di appena 5 anni di Goran Vujevic, l'indimenticato campione serbo dell'Andreoli Latina deceduto nel sonno nella notte tra domenica e lunedì scorso mentre la squadra della Safety Perugia, dove attualmente milita lo schiacciatore serbo, stava rientrando da Cuneo. La telefonata lo ha raggiunto sul pullman. E' rimasto chiuso nel suo dolore senza dire niente al resto della squadra. Al suo arrivo a Perugia la corsa verso casa per stare accanto alla moglie Francesca e agli altri suoi figli.
Abbiamo tentennato parecchio prima di scrivere questa nota ma con Goran abbiamo trascorso tanti momenti insieme in giro per l' Italia che mi è sembrata la cosa più giusta stare vicino ad un grande campione, a sua moglie Francesca e agli altri due figli di 3 ed 1 anno.
E' sempre stato un uomo di poche parole oltre che uno dei giocatori più forti al mondo. Nella sua vita tre sono state le tappe fondamentali: Cetinje in Montenegro, dove è nato 40 anni fa, Perugia, sono ormai 8 anni che gioca in Umbria e dove ha conosciuto sua moglie, e Latina.
Dopo i primi due anni, dal 2002 al 2004 con l'allora Icom, Goran tornò a Latina per altre due stagioni dal 2009 al 2011. Furono mesi di continui viaggi Latina- Bambin Gesù a Roma dove era ricoverato Stefan sofferente di malformazioni al cuore. 140 chilometri di speranze, di lotte ma sempre senza mai tradire nulla. La sua presenza agli allenamenti non conobbe mai soste e la disponibilità nei riguardi della stampa fu sempre massima. Poi il suo ritorno a Perugia per stare insieme alla moglie e ai figli. Una volta lo vedemmo con Stefan. Sembrava ed era un bambino normale solo con quel suo cuoricino "birichino" che poche ore fa lo ha tradito. E' sempre stato accolto a Latina con grande affetto e sicuramente i tifosi gli sono vicini in questi giorni tremendi.
Goran ti sono particolarmente vicino. Non mi sento di dire altro. Ciao.

 

 

Gabriele Viscomi

    Tag

    Pallavolo

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE