Economia

De Marchis, occorre rilanciare le Terme di Suio

Rappresentano una risorsa notevole mai sfruttate

02/02/2013

«Le terme di Suio rappresentano per il Sud pontino una risorsa in termini di sviluppo economico, occupazionale e turistico, ma queste potenzialità finora non sono state sfruttate. Occorrono attenzione, finanziamenti e una seria politica territoriale per valorizzare l'area e rendere Suio un luogo d'interesse turistico a livello nazionale e internazionale. Il rilancio del Sud pontino e delle sue risorse territoriali sarà un obiettivo dell'azione di governo a guida Zingaretti». Ad affermarlo è Giorgio De Marchis, candidato al consiglio regionale del Lazio in quota Pd.

«Il comprensorio a sud della nostra provincia, in particolare i comuni di Castelforte e San Cosma - spiega De Marchis - sono territori dalle grandi potenzialità, ma ad oggi dimenticati e sottostimati a causa di una Regione che non ha dato seguito ai proclami di investimenti nell'area. Le terme di Suio - cita ad esempio il candidato - nonostante i buoni propositi, non hanno prodotto quello sviluppo economico ed occupazionale che era ed è insito nelle loro peculiarità. Anzi, si rischia di assistere alla progressiva riduzione del loro contributo allo sviluppo. Ne sono un segnale le strutture chiuse o aperte per periodi stagionali sempre più brevi e limitati nell'offerta turistica. La situazione è drammatica e impone un cambio di tendenza e l'impegno da parte della pubblica amministrazione affinché il turismo termale possa rappresentare una reale risposta per lo sviluppo».

Dal candidato arriva una proposta per invertire la rotta: «Da consigliere alla Pisana - dice De Marchis - mi impegnerò per ottenere un finanziamento e avviare un progetto di comunicazione e promozione riservato ad aziende, imprese e organismi di informazione del sud pontino per fare di Suio un polo di attrazione di interesse nazionale e internazionale. Lavoreremo per valorizzare la posizione delle terme quale punto di cerniera tra costa ed entroterra e per realizzare un'offerta turistica integrata, la sola in grado di dare prospettive di sviluppo al territorio».

«E' prioritario - aggiunge De Marchis - intervenire sulla viabilità perché lo sviluppo socio-economico del sud del Lazio deve necessariamente passare attraverso collegamenti trasversali che uniscano il Tirreno con l'Adriatico. Il collegamento stradale Mare-Terme di Suio-Autostrada è un'infrastruttura da cui non si può prescindere in un piano di rilancio del sud pontino: finora questo collegamento non è stato realizzato, benché inserito nella programmazione comprensoriale. Con Zingaretti presidente ci spenderemo per dare concretezza al progetto e riconoscere nel termalismo un volano per il turismo del Lazio».

 

 

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Suio Terme

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE