Politica

Data elezioni Lazio, rebus inestricabile

Intanto oggi escono dalla giunta gli Udc Forte e Ciocchetti

30/11/2012

La data delle elezioni regionali nel Lazio sta diventando davvero un giallo. Come noto il Consiglio di Stato, dopo aver in un primo momento sospeso la precedente decisione del Tar, ha poi confermato che entro pochi giorni la governatrice uscente Renata Polverini dovrà decidere la data a norma di statuto. E sempre a norma di statuto le consultazioni dovrebbero tenersi entro il prossimo mese di gennaio. Ma se la Polverini non deciderà verrà commissariata dal Ministero degli Interni che poi prenderà la decisione. Ricordiamo che il Ministro Cancellieri qualche settimana fa aveva già deciso la data del 10 marzo per le regionali di Molise, Lombardia e, appunto, Lazio, nonchè per le politiche a patto che nel frattempo si sia approvata la legge di stabilità. Insomma, se decide il Governo resta la data del 10 marzo che farebbe comodo al centro destra, alle prese con i noti problemi interni al Pdl. Quindi se la Polverini vorrà, come sembra probabili, fare un favore alla sua parte politica si farà commissariare. Resta solo un aspetto sul tappeto: fino al 10 marzo cosa farà la giunta uscente priva di poteri e svuotata di sostanza politica se non incassare e spendere soldi pubblici? Già, bella domanda. Intanto oggi la triste parabola discendente di Renata Polverini vedrà l'abbandono della giunta da parte di Aldo Forte e Luciano Ciocchetti. Gli Udc sembrano aver deciso l'alleanza con Zingaretti ed il centro sinistra.

Maurizio Bernardi

    Tag

    Roma

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE