Cronaca

Lago di Paola, chi deve intervenire?

Anossia e moria di pesci. Si deve intervenire. Lo faranno gli Scalfati?

07/09/2012

L'anossia c'è e con essa la moria di pesci che s'è verificata nei giorni scorsi al lago di Paola. Sembra non si tratti di nulla di grave: nei giorni scorsi, rende noto il sindaco di Sabaudia Maurizio Lucci, sia la Sermolab sia l'Arpa Lazio hanno effettuato delle analisi i cui risultati saranno a disposizione già dalla prossima settimana, ma sin da ora hanno escluso la tossicità dell'acqua, avendo rilevato un fenomeno di anossia non particolarmente importante, una temperatura elevata dell'acqua, un cattivo odore dovuto presumibilmente al movimento del fondale e, soprattutto, nessun fenomeno rilevante di moria dei pesci. Resta però il problema, ammette Lucci, che il lago ha bisogno di interventi di risanamento. Già, ma chi deve effettuarli? Dal momento che recenti sentenze hanno ribadito che il lago di Paola è privato (dunque della famiglia Scalfati) dovrebbero essere i proprietari ad intervenire. Cosa, ovviamente, impensabile. Ma gli stessi Scalfati dovrebbero, una volta per tutte, bypassare il problema donando il lago al comune alle condizioni che le parti vorranno stabilire. E' l'unico mezzo perchè quello splendido specchio d'acqua continui a vivere e a far da cornice alla cittadina di Sabaudia.

Maurizio Berri

    Tag

    Sabaudia

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE