Politica

Nuovi interventi sul risanamento del lago di Sabaudia

Parlano il Pd e il comitato Molella-Mezzomonte-Palazzo

07/09/2012

Con frequenza ciclica si ripropone ogni anno a Sabaudia, generalmente di questi tempi, la questione del lago di Paola e del suo risanamento. Agli interventi registrati ieri, si aggiungono oggi quelli del Pd e del comitato Molella – Mezzomonte – Palazzo, il cui territorio lambisce le acque del bacino lacustre. I consiglieri democratici Franco Brugnola e Amedeo Bianchi stilano una mozione con la quale intendono impegnare il sindaco Lucci ad assumere, d’intesa con le altre amministrazioni pubbliche e private interessate, ogni provvedimento necessario “per organizzare un sistema di governo delle chiuse del Canale Caterattino, d’intesa con il Consorzio di Bonifica, al fine di utilizzare al massimo il movimento naturale delle maree per il ricambio delle acque del lago, specialmente nella stagione autunnale, in quella invernale ed in quella primaverile; assicurare la manutenzione ed il dragaggio del Canale Romano e del Canale Caterattino, da parte dei gestori, al fine di permettere la portata massima delle acque; eliminare gli scarichi da parte di abitazioni od esercizi pubblici nel lago; monitorare le caratteristiche delle acque dei canali che affluiscono nel lago per accertare la presenza di sostanze chimiche utilizzate in agricoltura; rendere pubblici i dati del monitoraggio delle acque da parte dell’ARPA; accertare la classificazione delle acque del lago ai sensi del citato D.lgs 530/92 e gli eventuali provvedimenti di competenza presso l’Ausl di Latina; chiedere alla stessa Ausl Latina di confermare l’esistenza delle condizioni igieniche per la pratica degli sport remieri sulle acque del lago di Paola”. E sul dragaggio del lago e sulla pulizia dei canali di bonifica insite anche il portavoce del comitato di frazione, Enzo Cestra. “Suggeriamo alla proprietà del Lago – scrive in una lettera indirizzata al primo cittadino e al capo settore Ambiente - di prevedere un ulteriore progetto di manutenzione della rete per la raccolta dell'acqua piovana dell'intera Frazione di Molella con il fine di portare acqua dolce al Lago, in quanto da anni i pozzetti per la raccolta delle acque sono completamente pieni di terra e fango, e coinvolgere il Consorzio di Bonifica di Latina nella pulizia di tutti i canali che provengono dall'entroterra e che sfociano nel Lago, previa autorizzazione da parte del Parco”. “Per quanto precede – conclude Cestra - chiediamo al Sindaco, responsabile della salute pubblica, e al Commissario del Parco Nazionale del Circeo di rilasciare urgentemente i pareri di competenza al fine di effettuare i lavori richiesti e dare subito più pescaggio ai canali per risanare il lago, prevenire analoghe morie di pesci ed evitare gli odori nauseabondi che spesso investono la città e i borghi di Sabaudia”.

Antonio Picano

    Tag

    Sabaudia

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE