Economia

Il turismo "tiene"

Previste 50 mila presenze. Organizzazione oliata ed efficiente.

02/07/2012

«Finalmente è iniziata davvero la stagione turistica, dopo i primi di Giugno caratterizzati da maltempo il nostro indotto produttivo può tirare un sospiro di sollievo: la stagione estiva è partita nel migliore dei modi». E’ un vicesindaco soddisfatto quello che traccia un bilancio dei primissimi soggiorni estivi a Sperlonga, particolarmente ottimista specie nella veste di Assessore al Turismo. «Sin da quando il Sindaco Cav. Rocco Scalingi mi ha affidato questa importante delega – spiega Francesco Faiola – ho preso l’impegno di consegnare Sperlonga tra le mete più ambite d’Italia e d’Europa. I numeri ci dicono che abbiamo imboccato la strada giusta». Non possiede la certezza del dato statistico da quando l’Azienda di Promozione Turistica ha da tempo dismesso le sue funzioni, ma il polso della situazione sì. «Non possiamo negare di essere stati colpiti anche noi dalla crisi – ammette il Vicesindaco Faiola – ma non deve diventare un alibi: per uscirne occore potenziare i servizi, proporne di nuovi, attrarre nuove nicchie di visitatori, destagionalizzare i flussi turistici. In questo scorcio d’estate le strutture ricettive si sono via via riempite, arrivando a contare sui nostri 8 km di spiagge, da Ponente a Levante, fino a 10.000 presenze, ma aspettando le altre 50.000 attese fino a Settembre secondo gli ultimi dati a disposizione». Va da sé che è iniziato anche il gran lavoro per i 34 bagnini delle rispettive torrette d’avvistamento, là dove sventola orgogliosa la quindicesima bandiera blu, alla quale si aggiungono pure le Quattro Vele Legambiente, il giusto premio ad un lavoro portato avanti costantemente. «Abbiamo un litorale decisamente tra i più belli e sicuri del Lazio – ammette con un pizzico d’orgoglio Faiola – grazie all’implementazione dei servizi nel campo della sicurezza sanitaria, ma anche all’accordo con l’Ares per avere un’autoambulanza attiva per tutta l’estate sul posto, nonché una sede della Croce Rossa che inaugureremo a breve. Non smetterò mai di ricordare la sinergia di vitale importanza con la Sperlonga Turismo, necessaria per festeggiare insieme i successi che arrivano sempre quando si uniscono le forze. La promozione di Sperlonga nel mondo non è solo un mantra nelle nostre teste, ma un lavoro costante per il bene e la crescità della perla del Tirreno». Evidentemente neanche l’introduzione della tassa di soggiorno ha scalfito la voglia di tornare a Sperlonga. «A Ottobre vedremo i risultati – conclude Faiola – e condurremo la analisi di rito, ma la nostra città resta una delle mete più amate da chi non vuole rinunciare a natura, mare, relax e bellezza».

Maurizio Berri

    Tag

    Sperlonga

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE