Sport

Volley. Icom: si apre il ciclo Molducci

12/07/2001

Il giorno di Piero Molducci. L'Icom ha finalmente presentato il suo nuovo tecnico, quello che presumibilmente tenterà di gettare le basi per una lunga permanenza nella massima serie. Per Molducci si tratta di un ritorno nella nostra regione, visto che nella stagione 1996/97 guidò l'Auselda Roma, successivamente il mister ravennate ebbe il piacere di allenare la squadra della sua città per 2 stagioni (97/98 e 98/99), infine gli ultimi campionati con la Maxicono Parma. Il nuovo arrivato non ha voluto fare proclami, affermando comunque di essere consapevole che per una neo-promossa, la salvezza è sempre il primo passo. La corsa sarà fatta su Roma, Falconara, Padova e Montichiari, mentre per lo scudetto un trio sarebbe difficile da scalzare, ovvero quello formato da Treviso (Campione d'Italia uscente), Modena e Macerata. Qualche preoccupazione è stata espressa sulla preparazione, che dovrà tener conto di un inizio stressante (10 gare in poco più di un mese), cui farà seguito una sosta per gli impegni della nazionale, per poi tornare ad un ritmo normale di una partita a settimana. La presentazione, avvenuta nella sede di via Don Morosini oltre che per la conoscenza del tecnico, è servita per fare il punto sul mercato gialloblù, giunto ormai ad una fase cruciale. Presi Torre, Biribanti, Berezine e Baldasseroni, il Vice-Presidente Goldner con l'ausilio del D.S. Di Mario si stanno adoperando per completare la rosa che comincerà l'avventura in A1. Ancora scoperti 3 ruoli, quello di libero, schiacciatore e centrale. Per quest'ultimo l'acquisto di Dominique Daiquin appare davvero ad un passo, negli ultimi giorni si sono intensificate le trattative con il suo Procuratore, ed il si definitivo sarebbe questione più di ore che di giorni. Diversa la situazione per lo schiacciatore, ruolo che comunque vede nelle fila pontine già 2 presenze importanti come Herpe e Berezine. Molducci ad una precisa domanda, pur ritenendo Cherednik un ottimo giocatore, ha lasciato intendere che non è indispensabile, e quindi il divorzio dall'Icom sarebbe più vicino. Ad oggi il russo Goriuchev dell'Itas Trento sembrerebbe l'obiettivo più realistico da raggiungere, ma per l'accordo ci vuole tempo. Rammarico semmai c'è, per essere stati vicini all'acquisto di Choulepov, non andato in porto per colpa della mancata intesa con il Procuratore. Per quanto concerne il libero l'unico nome che si fa è quello di Iurisci, ma quì siamo ben lontani da una soluzione a breve termine.

Marco Battistini

    Tag

    Volley

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE