Sport

Dragon boat, cinque medaglie

Ai Campionati italiani di primavera il Dragone si tinge di oro e di rosa

08/05/2012

Ancora un weekend di trionfi per il Circolo Canottieri Sabaudia che, al di là di ogni pronostico,. in soli 15 giorni ha affrontato sei gare, riportando a casa, sulle sponde del Lago di Paola, ben cinque medaglie d’oro. Dopo la vittoria dei Campionati italiani 5000 mt misto di Aprile, è stata la volta di Roma il 5 e 6 Maggio per i Campionati Italiani “Donne in Rosa” ed i Campionati Assoluti primaverili organizzati dalla FIDB presso il laghetto dell’EUR. I primi due titoli sono giunti grazie all’applaudito equipaggio Donna Più di Latina della Lega Italiana Lotta ai Tumori sezione di Latina con il Circolo Canottieri Sabaudia nei 200 mt e nei 1000 mt. Le “atlete rosa”, che con il loro entusiasmo e la loro determinazione sono il più nobile esempio di come si contrasta una malattia, hanno letteralmente sbaragliato gli equipaggi avversari grazie ad una grinta non comune ed al lavoro fatto nel tempo con i tecnici Vincenzo Iuliano e Riccardo Masotto, per l’occasione al timone. “E’ un giorno incredibile per noi, mai avremmo pensato di raggiungere simili traguardi” ha commentato commosso con la stampa il Presidente della LILT di Latina, Alessandro Rossi, complimentandosi per il prezioso lavoro svolto in sinergia dal Capitano di squadra e coordinatrice del team Anna Maria De Cave, dai tecnici Iuliano e Masotto e dalla Presidente del Circolo Canottieri Anna Maria Maracchioni. Intensa la commozione per la consuetudine della “cerimonia dei fiori”, quando tutte le atlete in gara si sono unite a raggiera con le imbarcazioni, tenendosi per mano e spargendo sulle acque del lago calle, gerbere e rose in ricordo di tutte quelle donne che non sono riuscite ad avere la meglio sulla malattia. Ecco i nomi delle atlete Donna Più vincitrici: Laura Bisi tamburino, capovoga Anna Maria De Cave e Adriana Arduini, Donata Carelli, Mabel Villa Alba, Anna Locarini, Mery Cargnelutti, Giovanna Adinolfi, Patrizia Bisi, Anna Roscioli, Maria Pia Caissutti, Silvana Improta, Daniela Lanzuisi, Sonia Bagheera De Ruosi, Germana De Bellis, Silvana Cipparone, Palmira Senarighi, Maria Grazia Merola, Assunta Apicella, Riccardo Masotto timoniere. È stata poi la volta dei Campionati Assoluti di Primavera che hanno visto subito un terzo posto dell’equipaggio Misto nei 200mt. A seguire l’equipaggio femminile del Circolo Canottieri Sabaudia ha vinto il primo titolo italiano della domenica, dopo un avvincente testa a testa con l’equipaggio misto Bracciano/Roma nei 200 mt. Infine, quando una pioggia battente sembrava mettere in forse il regolare svolgimento del programma di gara, lo spirito agonistico ha prevalso e gli equipaggi, accompagnati dall’applauso del pubblico, sono scesi incuranti delle condizioni atmosferiche per disputare la gara più attesa, i 2000 mt. misto. Anche qui, grazie ad una partenza fulminea e ad una poderosa vogata, la Canottieri Sabaudia ha recuperato tutti gli altri equipaggi giungendo per primi a tagliare il traguardo. Incontenibile la gioia del tecnico Iuliano e di Masotto, ancora una volta al timone. “Che dire –ha dichiarato la Presidente Maracchioni- è una squadra che è cresciuta nel tempo e che trova la sua vera forza in uno spirito di gruppo non comune. È la vittoria di tutti”. Ed ecco allora i nomi degli atleti: Emanuela Cinelli, tamburino; Leopoldo Iannarelli e Lorenzo Di Marco capovoga; Stefano Perboni, Graziano Villanova, Tony Incollingo, Patrizia Semenzato, Maria Luisa Cargnelutti, Evaristo Mattia, Tania Ritarossi, Stefano Di Maio, Natalino Iacovacci, Stefano Francescato, Bruno Ragogna, Donata Carelli, Claudia Nicula, Daniela Lanzuisi, Enrico Bianchi, Giovanna Fanti, Germana De Bellis, Michele Fiordalisi, Giulia Masotto, Michelina Buonocore, Riccardo Masotto timoniere. A loro è andato il plauso del Presidente della FIDB Claudio Schermi che, in conclusione delle gare, ha ricordato gli innumerevoli successi del dragon boat pontino che negli anni ha fornito numerosi atleti alle squadre nazionali contribuendo a tanto lustro ai mondiali ed agli europei, portando alto il nome di Sabaudia e della provincia di Latina.

Memi Marzano

    Tag

    Sabaudia

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE