Cronaca

Addio caro sindaco (video)

Nel pomeriggio i funerali di Domenico D'Alessio in una Aprilia ancora incredula

28/02/2012

"Grazie Sindaco per aver dato il cuore alla città". Così recitava uno striscione con cui gli apriliani hanno voluto salutare Domenico D'Alessio, il primo cittadino morto domenica sera stroncato da un infarto. Aprilia oggi s'è fermata per le esequie alla quali hanno partecipato migliaia di persone, molte delle quali con le lacrime agli occhi. D'Alessio, sindaco "civico" della seconda città della provincia, lascia un vuoto incolmabile proprio nel momento in cui il suo lavoro cominciava a dare frutti importanti. Tre anni fa quando fu eletto sindaco Aprilia era una città allo sbando: opere pubbliche mai realizzate, guerra dell'acqua in corso, partiti tradizionali in crisi di identità e di credibilità. D'Alessio, con quel suo modo di fare testardo da abruzzese (come lui stesso ammetteva) ed il comportamento da buon padre di famiglia, stava ricucendo le mille anime di Aprilia proiettandola verso una sorta di "normalizzazione". Fondamentalmente una brava persona vecchio stampo, di quelle che è sempre più difficile trovare soprattutto in politica.

Maurizio Berri

Tag

Aprilia

Altre notizie di cronaca

ELENCO NOTIZIE