Cronaca

Gli alunni della scuola e la cultura della legalità

Un progetto dei Carabinieri coordinato dal capitano Cataldo Botticelli

31/01/2012

Le classi quinte della scuola “Don Andrea Santoro” di Priverno hanno aderito, per il settimo anno consecutivo, al Concorso di Educazione alla Legalità organizzato dall’Ass. Nazionale dei Carabinieri – Sezione di Priverno, coordinata dal Capitano Cataldo Botticelli-, dalla Stazione dei Carabinieri di Priverno e dal Comune di Priverno. Questa esperienza è finalizzata a sensibilizzare gli alunni alla “cultura della cittadinanza e della legalità” ed a formare la loro coscienza ad alti valori morali e civili in modo che, quando saranno adulti, potranno dare il loro contributo cosciente e consapevole allo sviluppo della società in cui saranno inseriti da protagonisti. I primi incontri di formazione, ai quali nei mesi successivi ne seguiranno altri tra cui la visita della locale Caserma dei Carabinieri, saranno tenuti presso i plessi di Scuola Primaria di Via G. Matteotti e San Lorenzo il 2 e 3 Febbraio prossimi dal Maresciallo della Stazione di Priverno Massimo Di Mario che approfondirà tematiche di attualità quali l’alcolismo, il fumo e l’uso di sostanze stupefacenti. Per verificare quanto gli alunni abbiano appreso e criticamente rielaborato, il Concorso si concluderà con il seguente elaborato dal titolo piuttosto impegnativo: “Le devianze: droga, fumo e alcool. Quali danni procurano a coloro che ne fanno uso? Cosa possiamo e dobbiamo fare noi ragazzi e l’Arma dei Carabinieri per prevenire il consumo delle predette sostanze, nocive per la salute?”. “Il progetto – ha spiegato il Dirigente Scolastico Prof. Ernesto Fiorini – non solo si pone come attività preventiva di fenomeni devianti ma mette al centro della vita degli alunni i valori fondamentali del vivere civile attraverso anche la loro conoscenza diretta dell’organizzazione dell’Arma. Nell’offerta formativa della nostra scuola non poteva mancare questo importante appuntamento che ormai ogni anno si ripete e vede come protagonisti proprio gli alunni delle ultime classi, coloro, cioè, che si apprestano ad effettuare scelte importanti per il loro futuro. Di questa opportunità, a nome di tutto il personale docente e di tutti i genitori esprimo un particolare e convinto ringraziamento all’Associazione Nazionale Carabinieri, all’Arma dei Carabinieri ed al Comune di Priverno”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE