Politica

Il ciclone setino approda in Api

Roberto Reginaldi diventa capogruppo di Alleanza per l'Italia a Sezze

25/11/2011

Un momento della conferenza stampa
Quello che colpisce è la voglia di fare, il rigore morale e la stanchezza per i giochi politici che sembrano essere il pane della politica locale. Roberto Reginaldi, attuale capogruppo di Alleanza per l'Italia di Sezze, è mosso da una passione ormai rara da trovare tra i rappresentanti del popolo. Stanco ormai di una destra setina che non esiste, arrabbiato e deluso nelle aspettative riposte nel Governatore del Lazio, Renata Polverini, che dopo vane promesse ha privato il territorio setino di un eccellente polo sanitario, mosso però da vera passione nei confronti dei suoi concittadini e non solo ha trovato nello schieramento Api e nella persona del segretario provinciale Alessandro Aielli un punto di riferimento. «I costi della politica sono elevati, la politica deve essere a servizio di tutti i cittadini. Quel che manca, secondo la mia esperienza –ha dichiarato Reginaldi in conferenza stampa– è il dialogo con i cittadini, nessuno ascolta più i loro problemi e neanche tenta di risolverli. Quella che io sostengo integralmente è la politica del fare e non dell’affare. Il rilancio del mio paese, Sezze, e di tutto il territorio è il mio obiettivo prioritario». Perché l’Api? «La destra di Sezze non è destra, il PD non mi piace mentre l’Api ha un progetto serio e nuovo che in alcuni punti va smussato ma che mi piace davvero». Il segretario Aielli «Reginaldi è il benvenuto nel nostro partito, noi intendiamo contrastare il sistema di potere messo in piedi dalla compagine del PdL e risolvere concretamente le problematiche di cui soffre il nostro territorio. Sanità, edilizia scolastica, sicurezza, sostegno alle imprese, tutti settori dove è necessario un intervento forte che risolva i problemi creati dalla destra pontina».

Memi Marzano

    Tag

    Latina, Sezze, Sezze Scalo

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE