Eventi & Cultura

Ottobre organistico al giro di boa

Venerdì tocca a Giampaolo Di Rosa, direttore artistico e cofondatore della rassegna

18/10/2011

Consumati i primi due appuntamenti, che, come al solito, hanno regalato momenti musicali di altissimo livello complessivo, la sedicesima edizione dell’importante Rassegna Organistica si accinge a compiere il proverbiale “giro di boa”. Con ancora negli occhi la raffinatezza di Esteban Elizondo Iriarte, uno dei massimi cultori della tradizione organaria basca, e l’affabilità del Maestro Daniel Pandolfo, culminata con un’improvvisata lezione ai numerosi alunni delle classi ad indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo “Antonio Gramsci” di Aprilia, la più importante rassegna organistica della provincia pontina ha ancora in serbo due autentiche “chicce”. Venerdì prossimo, 21 ottobre 2011, alla consolle del prestigioso organo a canne della Chiesa madre di Aprilia siederà il Maestro Giampaolo Di Rosa, Direttore Artistico della manifestazione e co-fondatore del Festival. Affermato pianista, organista, clavicembalista, compositore, improvvisatore, ricercatore e pedagogo, il Maestro Di Rosa ha compiuto i suoi studi in Italia, Germania, Francia e Portogallo, conseguendo sette titoli e diplomi, tra cui il Master in performance e il Dottorato in analisi musicale. A dispetto della sua giovane età, ha già alle spalle una poderosa attività concertistica internazionale che, dopo averlo portato nelle migliori sedi in Europa, Stati Uniti, Hong-Kong e Russia, lo ha recentemente visto protagonista di una tournee in Australia dove, tra l’altro, ha tenuto apprezzate lezioni di improvvisazione organistica. Il suo repertorio va dalla musica antica a quella contemporanea e l’improvvisazione (tra cui le integrali per organo di Bach, Franck, Liszt e Messiaen) ed è testimoniata dalla produzione di numerosi CD musicali. È professore di improvvisazione e analisi del Dipartimento di Musica dell’Istituto di Lettere e Umanistica dell’Università del Minho (Braga).
Direttore artistico di numerosi festivals organistici, già organista titolare dei monumentali organi iberici della Cattedrale Primaziale dell’Arcidiocesi di Braga, organista ad honorem della Chiesa del Seminario Maggiore di Porto, titolare della Chiesa Arcipretale di S. Michele Arcangelo in Aprilia nonché consulente di varie Istituzioni. E’ Organista titolare di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma e, lo scorso anno, il Presidente della Repubblica Portoghese lo ha insignito dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine del Principe Enrico il Navigatore. (HYPERLINK "http://www.giampaolodirosa.org"www.giampaolodirosa.org). Il programma del suo concerto sarà caratterizzato da 3 momenti principali. Dopo l’esecuzione della Sesta Sonata di Guilmant, di cui ricorre il centenario della morte, seguirà un’altra pagina di intensa profondità orchestrale: il Poema sinfonico “Orpheus” di Franz Liszt, nel bicentenario della nascita di questo grande compositore (22 ottobre 1811) che fu, tra l’altro, nominato Canonico onorario della nostra Diocesi di Albano. Successivamente verranno proposti tre grandi corali d’Avvento di Bach, sul motivo Vieni Salvatore delle genti. A conclusione del concerto, il Maestro Di Rosa ci regalerà la sua immancabile “improvvisazione su tema dato”. La 16^ edizione dell’Ottobre Organistico apriliano si concluderà con l’ormai tradizionale “Concerto per Aprilia”, che il Comitato promotore ha istituito per ricordare e celebrare l’anniversario dell’inaugurazione e benedizione di Aprilia e della sua Chiesa madre, avvenute il 29 ottobre 1937. Venerdì 28 ottobre 2011, per il 74° Compleanno della Città, è stato invitato il Maestro Mario Duella, Organista e Direttore di coro presso la Chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione di Portula (Biella). Musicista di fama mondiale, ha al suo attivo registrazioni radio e televisive, diversi LP e CD e più di 1000 concerti. Nel corso della serata ascolteremo pagine di grandi autori, tra cui Bach, soffermandoci in particolare sul sinfonismo francese (Guilmant, Langlais) ma anche, cosa più rara, su quello italiano, in particolare con l’ultimo grande brano in programma: la Sonata di Oreste Ravanello.
Tra le iniziative collaterali che caratterizzano l’OTTOBRE ORGANISTICO APRILIANO c’è quella, del tutto originale, di sostituire il proprio logo caratteristico ad ogni nuova edizione. Le motivazioni principali di questa scelta risalgono al 1997, ed avevano come obiettivo sia quello di rinnovare annualmente la propria immagine e sia di “mettere in piedi” una raccolta di opere d’arte che caratterizzasse e seguisse nel tempo lo svolgersi della manifestazione. Si decise sin dall’inizio di affidare l’incarico esclusivamente ad Artisti che operano ad Aprilia e così, dopo aver ospitato i più noti artisti cittadini, per la 16^ edizione dell’OTTOBRE ORGANISTICO APRILIANO si è deciso di interpellare nuovamente Dino Massarenti (HYPERLINK "http://www.dinomassarenti.com"www.dinomassarenti.com), che già aveva curato l’immagine dell’anno 2000. Il logo ideato per il 2011 è un omaggio alla Città ed alla sua Chiesa Madre, in occasione del loro 74° compleanno. Lo scorcio scelto dal Maestro Massarenti è quello che si gode da via degli Aranci, dalla quale si osserva il Campanile, posto al centro della scena. Sul lato destro della strada appaiono le costruzioni così com’erano nel ’37. A sinistra, invece, l’originalissimo marciapiede, realizzato dai tasti bicolori di una tastiera, è sormontato dalle canne dell’organo che svettano verso un bellissimo cielo azzurro.
L’Ottobre Organistico Apriliano gode del patrocinio del Comune e della Banca Popolare di Aprilia e si avvale del contributo di Aziende, Imprese, commercianti e privati cittadini che, pur in un periodo di notevoli difficoltà internazionali, non hanno voluto mancare all’appuntamento con la generosità e con la promozione della cultura. Ad essi va la gratitudine del Comitato promotore, estesa anche a tutti gli Organi d’informazione che, a qualsiasi titolo ed in qualsiasi modo, contribuiranno a dare visibilità alla manifestazione.
Si rammenta che i concerti avranno inizio alle ore 20 e 45 e saranno, come sempre, ad ingresso gratuito.

Sara Fedeli

    Tag

    Aprilia

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE