Economia

Latina. Amedeo Rossi (Cub): «La Provincia deve assumere in pianta organica tutti gli LSU. La soluzione delle cooperative di servizi non dà nessun tipo di garanzia e a Cisterna è già fallita miseramente»

29/06/2001

Davanti le Telecamere di ParvapoliS Amedeo Rossi, responsabile dei
Cub di Latina. «L'Amministrazione provinciale dice di non avere
risorse sufficienti per l'assunzione in pianta organica dei 70
"socialmente utili" che vengono sfruttati dall'Ente da diversi anni
a questa parte con assegni mensili spesso inferiori al milione di lire.
Questo non è vero. La Provincia dovrebbe invece impagnarsi in un
piano, anche pluriennale, per assicurare un futuro stabile e dignitoso
a tutti gli LSU.
Da qualche parte si è avanzata la proposta di creare delle cooperative
ad hoc in cui "dirottare" quei lavoratori che non dovessero essere
assunti. Ma è una proposta inutile, perdente.
La cooperativa non crea stabilità. I soci non sono tutelati e
garantiti. I lavoratori rischiano, in definitiva, di tornarsene a casa.
La Provincia potrebbe addirittura utilizzare queste "cooperative"
per uscire in maniera più o meno elegante da questa situazione
e la "cooperativa" altro non sarebbe che un cuscinetto di qualche
mese, prima della disoccupazione. E c'è già il precedente. A Cisterna,
dove questa famigerata cooperativa di servizi comincia già a scricchiolare.
Come volevasi dimostrare».

Marianna Parlapiano


    Tag

    Latina

    Articoli correlati

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE