Eventi & Cultura

Un convegno a vent'anni dalla morte di Moravia

Sabaudia, una città che lo scrittore tanto ha amato, lo ricorda così

29/11/2010

Grande attesa per la giornata dedicata all’insigne scrittore del Novecento, Alberto Moravia, che amava Sabaudia dove soggiornò, nella sua casa di fronte al mare, per lunghi periodi. Una casa che gli ricordava l’Africa, in cui ha trascorso con gli amici Pier Paolo Pasolini, Dacia Maraini ed altri intellettuali, giornate non solo di relax, ma di fervente lavoro. A vent’anni dalla sua morte, la Città delle dune vuole ricordarlo parlando del valore e del ruolo che l’Amicizia ha avuto per lui, non solo a livello affettivo, ma anche nell’ambito letterario.
Se tutto ciò è stato possibile, è importante ricordare che lo si deve: alla Regione Lazio, grazie al progetto finanziato ai sensi della L.R. 42/97 ; alla Provincia di Latina, al Comune di Sabaudia, alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Tor Vergata, nella persona del Preside di Facoltà prof. Rino Caputo, al Fondo Alberto Moravia, ma soprattutto tutti a quei privati che hanno voluto finanziare la maggior parte del convegno con sponsor necessari. Grazie ad essi, infatti, il Convegno si avvarrà di intellettuali e scrittori, il cui lavoro è essenziale alla comprensione dell'opera e della poetica di Alberto Moravia.
Come ha chiarito la dott.ssa Daniela Carfagna, Caposettore del Comune per la Cultura, Turismo Spettacolo, Beni Culturali e coordinatrice del Convegno, "Il progetto Regionale della legge 42/97, promuove una migliore organizzazione dei servizi culturali di competenza e di interesse regionale e valorizza i beni culturali, in attesa, per questi ultimi, di una organica disciplina nazionale. In particolare, si intendono servizi culturali, ai sensi del comma 1, le biblioteche, i musei, gli archivi storici e i beni di interesse archeologico, architettonico,storico, artistico, archivistico, librario, audiovisivo, demo -antropologico e scientifico, che rappresentino, sia singolarmente sia in aggregazione, manifestazioni significative della creatività, della conoscenza, del costume e del lavoro dell'uomo".
Per la prima volta a Sabaudia, martedì 30 novembre, saranno presenti due ospiti d'eccezione: René de Ceccatty e Simone Casini. Di René de Ceccatty, il prof. Angelo Fàvaro, afferma: «La biografia di de Ceccatty, che rivede l’esperienza di vita, sentimentale e di scrittura di Alberto Moravia, alla luce delle nuove scoperte, a vent’anni dalla sua morte, è un testo importante e imperdibile, la cui lettura piacevolissima non fa venir meno la fondatezza scientifica e documentaria. René de Ceccatty riferendosi agli amori di Moravia dice: le sue infedeltà sessuali non mettevano in discussione, ai suoi occhi, l’intensità dell’amore per la compagna di vita» (p.15).
Di Simone Casini, sempre Fàvaro dice: «Le Lettere ad Amelia Rosselli di Alberto Moravia: circa 64 lettere inedite, per la prima volta si possono leggere, grazie al lavoro e allo studio di Simone Casini, curatore dell’Opera Omnia di Moravia per Bompiani. Sono un documento storico e biografico, ma soprattutto la testimonianza della maturità del giovanissimo Alberto. Lettere intense e bellissime, in cui si può apprendere molto sui rapporti familiari, sulla malattia, sulla vocazione alla scrittura di un ragazzo di 15 anni».
Il prof Rino Caputo, che interverrà alle ore 10, dopo l’introduzione al Convegno da parte del prof. Angelo Favaro ideatore dell’evento, sarà presente anche nella sessione pomeridiana, unitamente a Favaro. Altri ospiti, tutti di riguardo: Raffaele Manica, prof. di letteratura italiana moderna e contemporanea, che oltre alle pubblicazioni su Moravia, fra cui una fondamentale, pubblicata da Einaudi, si è occupato per i Meridiani Mondadori dell’Opera di Arbasino. Magda Vigilante competente dell’opera poetica di Giorgio Vigolo e custode del Fondo Vigolo, presso la più importante istituzione bibliotecaria e archivistica d’Italia, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Arnaldo Colasanti, intellettuale noto anche per la sua attività televisiva su Rai uno, romanziere, collabora con la rivista, fondata da Moravia, ‘Nuovi Argomenti’; conobbe e lavorò a lungo con Moravia e con Enzo Siciliano. Gianna Cimino, unica nipote di Alberto Moravia, figlia della sorella Elena Pincherle Moravia. Flaminia Petrucci Siciliano, intellettuale e donna di cultura, moglie di Enzo Siciliano, scrittrice, amica e frequentatrice di Moravia sin dalla sua adolescenza, e poi per tutta la vita. Carlo Santoli, studioso del Novecento, direttore scientifico della rivista di studi ‘Sinestesie’, che pubblicherà gli Atti del convegno, a proprie spese Tutte le attività culturali, compreso il vengono svolte, da tempo, dal Comune grazie alla sensibilità del sindaco Maurizio Lucci e del vice sindaco e Assessore alla Cultura e al Turismo, Giovanni Secci, al fine di riportare l’attenzione e l’interesse per la Cultura nella Città, come avveniva tra anni ‘50/’60, quando Moravia e gli Amici frequentavano le dune.

Sara Fedeli

    Tag

    Sabaudia

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE