Politica

Un chiarimento necessario a sinistra

«De Meo in otto mesi di governo non è ancora riuscito a dare risposte concrete»

02/11/2010

L'attuale situazione politico-amministrativa al Comune di Fondi vede uno stallo completo da parte della Giunta guidata da Salvatore De Meo,che in circa otto mesi di "governo” non è riuscita a dare nessuna risposta concreta sui maggiori problemi della Città.
La Giunta De Meo è bloccata al suo interno da diversi fattori che condizionano fortemente il suo operato. Il primo fattore è rappresentato dell'incapacità dei suoi Assessori a programmare qualsiasi intervento nei loro settori di competenza. Se si esclude la buona volontà e un certo dinamismo che riconosciamo ad assessori come Lucio Biasillo e Onorato De Santis, per il resto assistiamo al vuoto assoluto, che sta creando non pochi problemi a settori vitali della nostra economia.
Ci riferiamo, in particolare, all'assessorato all'urbanistica, guidato da Piergiorgio Conti, dove si è creato un vero e proprio blackout nel rilascio di concessioni, aggravando a livello locale le difficoltà di un settore, come quello dell'edilizia già in profonda crisi. Un settore aggredito negli ultimi anni dalla criminalità organizzata che ne controlla una larga fetta, lasciando alle Ditte fondane solo le briciole.
Un altro ambito in cui la Giunta De Meo è totalmente in balia delle pressioni endogene alla sua amministrazione è quello degli usi civici. Su questo tema Salvatore De Meo e l'Assessore Conti non sanno letteralmente che pesci prendere. Hanno una posizione ondivaga a seconda che le pressioni giungano dalla parte “moffista” della coalizione di centrodestra, rappresentata da Giuseppe Addessi e company , e da altri settori della stessa maggioranza, che si trovano su posizioni molto diverse. Posizioni, come quella di Addessi rivelano la difesa di interessi corporativi e particolari, a danno di una soluzione che veda riconosciuti i diritti della collettività e di coloro per i quali la legge prevede tutti gli istituti di legittimazione, concessione d'uso e affrancazione.
Davanti a questo dato desolante dell'inazione dell'Amministrazione De Meo, fa specie che qualcuno nel centrosinistra preferisca polemizzare con il Partito Democratico, dimenticando, come spesso o sempre gli accade, che si trova a sedere tra i banchi dell'opposizione, e che chi lo ha votato vorrebbe da lui coerenza e impegno concreto. Il Partito Democratico, nell'ultima tornata elettorale ha eletto due consiglieri comunali, ha dimostrato di essere la prima forza politica della coalizione fondana. Insieme a Sinistra Ecologia e Libertà rappresenta le uniche forze politiche organizzate come partito, abbiamo dato un contributo essenziale ad eleggere in Consiglio comunale la nostra candidata a Sindaco Maria Civita Paparello.
Non possiamo accettare lezioni di politica e di impegno da parte di nessuno e, tanto meno, da parte del Consigliere Giancarlo Di Manno, la cui presenza in Consiglio comunale e nelle Commissioni consiliari ha creato non pochi problemi, anche alla sua stessa Lista civica; e di cui non riusciamo ad apprezzare quale contributo abbia dato, ad oggi, al lavoro svolto dalle forze di opposizione.
Il Partito Democratico è pronto ad aprire un pubblico dibattito su queste questioni, un minuto dopo che gli altri due consiglieri della Lista Civita per Fondi, abbiamo riconosciuto pubblicamente che le dichiarazioni insensate e presuntuose di Giancarlo Di Manno sono state rilasciate a titolo personale.
Noi siamo per continuare il percorso comune del centrosinistra iniziato alle ultime amministrative, che deve portare sempre più ad una condivisione delle battaglie di opposizione e lavoriamo ogni giorno per raggiungere questo obiettivo. Chi non condivide questa linea di responsabilità e preferisce fare polemiche incomprensibili e dannose, se non riconosce i propri errori, rischia di essere politicamente isolato.

Ivan Eotvos

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE