Eventi & Cultura

A Priverno si festeggia il quattro novembre

Alle consuete celebrazioni si aggiungerà la presentazione di un libro di storia

29/10/2010

La Commemorazione dei Defunti e la ricorrenza del 4 Novembre, in cui l’Italia celebra la Festa delle Forze Armate e della Sua Unità, sono momenti che la città di Priverno ricorda ogni anno con profonda partecipazione e commozione e sono momenti ai quali l’amministrazione comunale dedica sempre iniziative tese a coinvolgere l’intera cittadinanza. Il 1 novembre, per ricordare i nostri cari defunti alle ore 15, da Piazza Giovanni XXIII, partirà il corteo che raggiungerà il cimitero dove saranno deposte corone di alloro per rendere omaggio alla memoria di quanti non ci sono più e di tutti i caduti in guerra. Alle consuete celebrazioni previste per il 4 Novembre, quest’anno si aggiungerà la presentazione alle ore 11, nella Sala delle Cerimonie del Comune, di un volume dal titolo Storie. Monumenti. Testimonianze e la consegna di alcuni attestati.
La giornata si aprirà, alle ore 9.30 a Borgo S. Antonio, presso il Sacrario dei Decorati, con la cerimonia dell’alzabandiera seguita dall’inaugurazione delle due nuove steli alla memoria di Remo Saputo e Umberto Vincenti. Seguirà la deposizione di una corona d’alloro presso il Sacrario in memoria dei Medagliati. Alle 9.45 si formerà il corteo che giungerà a Piazza Giovanni XXIII dove si svolgerà la messa al campo celebrata da Don Giovanni Gallinari e verrà deposta una corona d’alloro al Monumento ai Caduti. In caso di maltempo la cerimonia si effettuerà all’intero della Chiesa Cattedrale di Santa Maria.
A seguire la presentazione del volume. Interverranno, oltre al sindaco Umberto Macci che introdurrà la cerimonia Antonio Ferrante, dirigente scolastico dell’istituto I.T.I.S.S., Michela Chiapponi, coordinatrice del progetto archivistico, Cesare Pigliacelli, grafico curatore del libro e Francesco Tetro, studioso dello scultore Duilio Cambellotti. Il libro, oltre a ripercorrere gli ultimi eventi che hanno portato all’inaugurazione del Sacrario dei Decorati e al trasferimento del Monumento dei Caduti di Cambellotti dal Comune al cimitero, è il risultato di un lungo e scrupoloso lavoro di ricerca compiuto in collaborazione con l’istituto scolastico I.T.I.S.S., i cui ragazzi hanno prodotto notevoli testimonianze ascoltate dalla voce di chi ancora può raccontare i terribili giorni della guerra dando vita al progetto ‘L’archivio e la scuola. I ragazzi tra le carte’. Il progetto si è reso possibile grazie anche alla collaborazione della biblioteca comunale e della società ‘ab-archivibiblioteche’ srl che si è occupata dell’analisi e dell’elaborazione della sezione archivistica. Largo spazio è stato dedicato anche a Duilio Cambellotti, alla sua biografia, alla storia e al recupero del Monumento ai Caduti.
Il testo si chiude, infine, con alcuni cenni alle celebrazioni del 4 Novembre che sono state fatte a Priverno nel corso degli anni.
Dopo la presentazione del volume il presidente dell’associazione Combattenti di Priverno, Evandro Magliocca, consegnerà alcuni Attestati di Fedeltà agli ultranovantenni privernati.

Sara Fedeli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE