Sport

L'Asal sfreccia anche oltre confine

Casarin primo, Ottoboni secondo e Bertani quarto nella tappa Cez Centro Europa

19/10/2010

Non si ferma mai di mietere successi l’Asal di Massimiliano Paniconi, che va forte anche oltre confine. Il palcoscenico è ancora Maggiora, la tappa, questa volta, è quella del campionato Cez di Centro Europa; campionato dove c’è da misurarsi con corridori provenienti da Repubblica Ceca, Slovacchia, Francia e altri importanti paesi, nei quali questo sport gode di uno spessore e di un’importanza tale che non ha nulla a che vedere con quella attribuitagli dalla città di Latina. Una tappa dove la scuderia Asal ha partecipato per iniziare a prendere confidenza con quell’ambiente che li vedrà protagonisti la prossima stagione.
Due giorni di gare contrassegnate da un tracciato reso arduo dalla pioggia, tanto da far dimezzare da due a una le prove di qualifica del sabato, per poi far disputare la domenica altre due semifinali la mattina e la gara nel pomeriggio. Fanno subito sognare i nuovi innesti del gruppo latinense; straripante Luciano Casarin, pilota prototipi 4000 cc, autore di una gara egregia. Su un circuito importante come quello novarese, Luciano non poteva e non doveva sfigurare e cosi è stato: dopo aver aperto le semifinali con un 5^ posto, per il retso delle qualifiche e per la gara contro di lui non ce n’è per nessuno, sfrecciando sempre verso il primo posto e lasciando agli avversari solo le briciole.
Prova super anche per Michele Ottoboni a bordo della sua affidabilissima Mitzubishi Lanzer 2000 cc, autore di una gara in crescendo, partendo anche lui dal quinto posto nella prima semifinale, per poi salire al 3^ nella successiva e piazzarsi due volte dietro al compagno di scuderia nelle manches succeccessive.
Non poteva non dare spettacolo anche il campionissimo Omar Bertani che questa volta stupisce tutti con la sua Fiat Bravo 2000 cc. Dopo aver regalato ai suoi sostenitori la gioia del 4^ posto nella prima qualifica e due secondi posti in quelle a venire; è eccellente il suo quarto posto in gara, a cospetto della caratura tecnica dei corridori in competizione. Un bottino niente male per la scuderia latinense e che riempie di soddisfazione il proprio presidente: «Sono strafelice perché siamo riusciti a mettere a confronto e a far valere le nostre qualità anche con i piloti di oltre confine – ha dichiarato Massimiliano Paniconi -. È stata un’esperienza bellissima ed è comunque la prima tappa di una lunga serie, quest’anno disputata da noi per saggiare il terreno e che l’anno prossimo farà parte del nostro percorso verso la conquista dell’Europa».

Fabrizio Giona

    Tag

    Automobilismo

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE