Eventi & Cultura

Ruggero Marino vince «La Cultura del Mare»

La serata finale è stata presentata da Mauro Bruno, con Pippo Franco

02/08/2010

Ruggero Marino con “L'uomo che superò i confini del mondo” (Sperling & Kupfer), libro che indaga sulla figura di Cristoforo Colombo, è il vincitore della ventiduesima edizione del Premio internazionale di Letteratura “La Cultura del Mare” a San Felice Circeo. Al secondo posto ex-aequo si sono classificati Beppe Foggini con “Alessandro Malaspina, una storia dimenticata” (Magenes), e Nicolò Carnimeo con “Nei mari dei pirati” (Longanesi).
Gli autori sono stati premiati a San Felice Circeo durante la cerimonia conclusiva del concorso letterario organizzato dal Comune nello splendido scenario di Vigna La Corte. Grande protagonista della serata, Tullio De Piscopo, premio speciale di questa edizione e autore di un travolgente e ritmato show che ha entusiasmato il numeroso pubblico presente. Tante le personalità in platea, tra gli altri il Prefetto di Latina Antonio D’Acunto, l’assessore al turismo della Regione Lazio Stefano Zappalà, il Procuratore della Repubblica di Frosinone Margherita Gerunda, il sindaco Vincenzo Cerasoli, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Schiboni, il tenente Mario Giacona della Compagnia dei Carabinieri di Terracina e il comandante della Capitaneria di Porto di Terracina Cosmo Forte.
La cerimonia, presentata da Mauro Bruno e Pippo Franco, si è aperta con l’esibizione di Armando Noce Quartet. Quindi, la consegna dei premi a tre finalisti autori di libri molto apprezzati dalla giuria presieduta dallo stesso Pippo Franco. La palma del vincitore è andata a Ruggero Marino per un libro “che – si legge nelle motivazioni della giuria - incalza, coinvolge e appassiona il lettore. Marino invita a ripensare l’immagine che ci è stata tramandata di Cristoforo Colombo. Seguendo il percorso di un’incredibile contro-storia, sorretta da solidissima documentazione, l’autore ci regala ipotesi che affascinano e ci sorprende rivelando che Colombo, quel 12 ottobre 1492, in America non ci arrivò per errore o per caso”.
A consegnare la pergamena all’autore è stato l’assessore regionale al turismo Stefano Zappalà: “I miei migliori auguri a Marino per questo libro coraggioso – ha detto – e colgo l’occasione di complimentarmi con l’ex sindaco Schiboni e l’attuale sindaco Cerasoli per questo bellissimo evento e per quanto di buono stanno facendo a San Felice Circeo”. Quindi la consegna dei riconoscimenti ai due secondi classificati: Beppe Foggini, autore di “Alessandro Malaspina, una storia dimenticata” ha ricevuto il premio dalle mani dell’assessore provinciale Giuseppe Schiboni; a premiare Nicolò Carnimeo con il suo “Nei mari dei pirati” è stato invece l’assessore al turismo Stefano Capponi. E ancora, le due menzioni speciali: Alessandra Sensini e Stefano Vegliani, con “Una vita con il vento” (Longanesi), Franco Bertozzi con “Cucina di bordo” (Nutrimenti). Quest’ultimo, presente alla serata, ha ricevuto la pergamena dal giornalista Rai Puccio Corona.
Gran finale con la consegna del Premio speciale del Sindaco a Tullio De Piscopo dalle mani del primo cittadino Vincenzo Cerasoli e dalla segretaria del Premio Lia Viola Catalano. Il riconoscimento è stato assegnato al batterista e cantautore “per la sua ricerca continua nella musica e per le sue canzoni dialettali che fanno tutt’ora parte del patrimonio culturale e popolare italiano. E per aver fatto amare, attraverso le sue composizioni, il nostro Paese nel mondo”. De Piscopo ha salutato nel migliore modi il pubblico esibendosi in un assolo con la batteria e suonando con la sua band diversi brani tra cui l’hit degli anni ’80 “Andamento lento”.

Roberta Colazingari

    Tag

    San Felice Circeo

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE