Eventi & Cultura

La Settimana Culturale Fondana si fa in cinque

Da segnalare uno spettacolo musico-teatrale tutto dedicato a Fabrizio De André

22/07/2010

Eugenio Di Lieto
Cinque appuntamenti, cinque. Festival Pontino, teatro, promozione turistica, musica d’autore, cinema e colonne sonore. Vorrete per caso perdervi il venerdì della “Settimana Culturale Fondana”? Difficile, vista la vasta gamma di scelta.
Alle 21 al Palazzo Caetani recital del pianista Aldo Ragone, insegnante all'università di Denver ed allievo prediletto del grande Aldo Piccolini. Saranno eseguite musiche di J. Brahms e A. Scriabin per un altro appuntamento con il Festival Pontino di Musica. L’artista ha suonato in Masterclass per importanti artisti e pedagoghi quali André Watts, Massimiliano Damerini, Ann Schein e Tigran Alikhanov, direttore del Conservatorio di Mosca, mentre nel Giugno 2004 la Societa’ Italiana di Cultura di Washington, DC, gli ha assegnato lo Young Artist Award per meriti artistici. Sulla Terrazza del Castello Caetani sempre alle 21 sarà rappresentato “Del giorno e della notte” – atto unico di Gino Fiore, con Claudio Andolfi, Anna Maria Aspri, Tommasina Biondino, Luigi De Bonis, Tina Di Mauro, Luigi Di Vito, Gino Fiore, Marco Grossi, Salvatore Ialongo ed Egidia Salemme. Dopo i successi di “La Badante e l’Architetto”, “La Difesa”, “Francesco il Miracolo da otto secoli” (Portati anche a Latina-Teatro D’Annunzio; Roma-Teatro Tordinona; Napoli-Basilica di Santa Chiara), Gino Fiore torna con questo lavoro che ha il suo fulcro nello scavo psicologico nei confronti di una coppia di sposi di 40 anni. Accanto a loro altri personaggi, magistralmente interpretati, soffiati in un alito grottesco, ali di un lavoro difficile e gustoso che lascerà lo spettatore attonito e soddisfatto. Punta di diamante in questa pièce, come nelle altre, l’attrice Anna Maria Aspri che ha saputo, con il suo carisma e la sua professionalità, abituare il pubblico più esigente a interpretazioni sempre convincenti e raffinate.
Alle 21:30 al Chiostro di San Domenico si terrà la Conferenza “Benvenuti a Fondi”, a cura della prof.ssa Giulia Forte. L' "Archivio Storico della Memoria del 900 della città di Fondi” darà il suo benvenuto ai numerosi ospiti che hanno scelto di visitare la città e ai Fondani che ne costituiscono l’anima, proponendo un viaggio nel tempo, sulle orme dei viaggiatori che hanno attraversato Fondi, visitato i suoi angoli, ammirato i monumenti, curiosato tra le pieghe delle sue consuetudini. La professoressa Giulia Forte, responsabile dell’Archivio della Memoria e il giornalista Gaetano Orticelli, anima della Pro Loco Fondi, intrecceranno nel Chiostro di S. Domenico un vivace “question time”. Saranno riproposte storie lontane e ricordati luoghi noti attraverso un viaggio fatto di parole, immagini e musica. Alle 22:30 al Chiostro di San Domenico andrà in scena “... e ti sembra di andar lontano – la malinconia di De André tra arte, letteratura e cinema”. È uno spettacolo musico-teatrale scritto, diretto e interpretato da Eugenio Di Lieto per “uno dei maggiori intellettuali italiani” che vuole “analizzare i rapporti tra De André e la tradizione per sottolinearne così la reale dignità ‘letteraria’”. Per rendere il senso della densità di questa giornata della Settimana Culturale Di Lieto ha espresso il desiderio di “conoscere i Movies Trio che suoneranno il 23 alle 22 cioè nel mio stesso giorno ed orario e che quindi non potrò conoscere. Della serie: ‘amo la rosa che non colsi’!”. La sua promessa è un motto: “Je ferai de mon mieux pour n' ennuyer personne..." (Méphistophélès in "Faust", C. Gounod). Poi ricorda che “quest'anno ho avuto la possibilità di poter proporre per la prima volta uno spettacolo tutto mio che spero piaccia al pubblico di questa bella manifestazione che, ormai, giunta alla IV edizione è diventata una bella vetrina e soprattutto una bella occasione di proporre la ‘vera’ Fondi e non solo quella tristemente nota”.
Quasi contemporaneamente, alla Giudea alle 22 si potrà assistere a un Concerto di musiche per il cinema eseguito dal Movies Trio su musiche di Morricone, Rota, Vangelis, Zimmer e Williams. Suoneranno Leone Keith Tuccinardi al pianoforte, Gabriele Bassi al violoncello e Michele Barbarici al flauto, quest’ultimo autore anche degli arrangiamenti.

Sara Fedeli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE