Economia

Bonifica e manutenzione dei fondi, da priorità ad obiettivo

La grande battaglia di Salvatore De Meo ha trovato finalmente attuazione

21/07/2010

La riqualificazione paesaggistica del territorio tramite la bonifica e la manutenzione dei fondi e delle aree private era stata identificata a più riprese nel corso della campagna elettorale dal candidato a Sindaco Salvatore De Meo come una delle priorità da affrontare, ed ha trovato ora attuazione a livello amministrativo. Il 20 luglio u.s. il dirigente della ripartizione Ambiente Arch. Martino Di Marco ha infatti emanato un’ordinanza – cui sarà data diffusione anche attraverso affissione pubblica e la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune – relativa alla pulizia ed alla regolare manutenzione dei terreni e delle aree private ubicate nel territorio comunale ai fini della salvaguardia della circolazione stradale, per la prevenzione di incendi, per il decoro e la salvaguardia dell’igiene e della salute pubblica. Tale ordinanza si è resa necessaria poiché è stato constatato, anche grazie alle segnalazioni di numerosi cittadini, lo stato di abbandono in cui versano alcune aree, sia all’interno che all’esterno del centro abitato, per le quali non vengono eseguite le ricorrenti operazioni di sfalcio dell’erba ed eventuali potature; che lo stato dei luoghi su tutto il territorio comunale, in modo particolare nelle zone rurali, è pregiudizievole per la sicurezza stradale e l’incolumità pubblica; e in considerazione della stagione estiva, per cui la presenza di vegetazione incolta potrebbe divenire fonte di innesco per pericolosi incendi. I proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo di fondi rustici, aree di pertinenza di fabbricati e di ogni altra destinazione od uso che fronteggiano le strade e gli spazi pubblici che non provvederanno a provvedere alla pulizia ed alla regolare manutenzione delle aree in questione saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria fino ad € 500,00 e la mancata ottemperanza comporterà l’esecuzione d’ufficio delle operazioni medesime con l’addebito a carico del contravventore di tutte le spese sostenute dal Comune. Le suddette operazioni dovranno essere effettuate tassativamente entro quindici giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza.

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE