Eventi & Cultura

La poesia di Maffeo, ricordando Chopin

Un mercoledì all’insegna del Festival Pontino di Musica al Chiostro di San Domenico

21/07/2010

Ne “L’eleganza del riccio” Muriel Barbery scrive: «È come se le note musicali creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai». E questa citazione diventa un’ottima introduzione alla quarta giornata della Settimana Culturale Fondana.
Un mercoledì all’insegna del Festival Pontino di Musica che a Fondi fa tappa al Chiostro di San Domenico alle ore 21: assisteremo ad un meraviglioso concerto jazz col “Paolo Recchia Trio”, composto da Nicola Murescu (contrabbasso), Nicola Angelucci (batteria) e, ovviamente, Paolo Recchia (sassofono) che reinterpreterà il jazz di Duke Ellington, John Coltrane, Sonny Rollins. In questo 2010 ricorrono tra l’altro 40 anni di Campus Internazionale, e chissà che non sia di buon auspicio per una Settimana Culturale ancora “giovane” ma esperta nei gusti.
“Inaugurazione”, invece, per lo scenario della Terrazza del Castello Caetani in questa edizione della kermesse del M° Pezone. Alle 21 Presentazione del libro “Nostra sposa la vita” dello scrittore e poeta Pasquale Maffeo. Interventi musicali a cura di Carlo Recchia (violino) e Francesco Ruggiero (chitarra) i quali ci anticipano le scelte musicali: “abbiamo ritenuto opportuno rendere onore al libro proponendo la colonna sonora del profondo e significativo film "La vita è bella", composta dal grande M° Nicola Piovani”. «Più in generale – precisa Recchia – proporremo un piccolo e veloce excursus del '900 compositivo, con musiche di evidente estrazione classica» per accompagnare un poeta, come Maffeo, dall’innegabile radice cattolica, e che, tornato a Tremensuoli nel golfo di Gaeta, con questo libro ha voluto raccogliere molti dei suoi scritti. Due particolari vanno citati: l’intero archivio della produzione di Maffeo nell’ottobre 2008 è stato acquisito dal centro di ricerca “Letteratura e Cultura dell’Italia Unita” dell’Università del Sacro Cuore di Milano, unico caso di uno scrittore vivente e alcune sue opere sono state tradotte in greco, spagnolo, sloveno, rumeno, francese e inglese.
Al Palazzo Caetani alle ore 22 Concerto-conferenza “George Sand e Frederich Chopin: musica e letteratura nel Romanticismo”, con Laura Ruzza (relatrice) ed il M° Chiara Bertoglio (pianoforte). George Sand è stato il principale veicolo attraverso il quale Chopin (di cui ricorrono 200 anni dalla nascita) ha assimilato alcuni aspetti della cultura francese ed interessante è proprio capire cosa Chopin deve alla Sand, una vera femme fatale de la musique. Una vita fatta di musica e letteratura che vale la pena di conoscere ed approfondire nei dettagli più intimi e segreti per comprendere anche la genesi di molte opere pianistiche del compositore polacco.
Infine alla Giudea, sempre alle 22 Concerto “Canta Napoli” con il soprano Laura Celletti, il tenore Roberto Cresca ed il pianista Andrea Mele. Un successo assicurato dall’apporto già offerto dal pubblico delle passate edizioni della Settimana Culturale Fondana, sempre attento alle sonorità classiche partenopee. E poi ormai Roberto Cresca è sicuro: «Aspetto solo che il sindaco mi consegni le chiavi della città come cittadino onorario». Presto, Roberto… ce lo auguriamo.

Sara Fedeli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE