Cronaca

Fondi: il Parco non ha dimenticato il Castello delle Querce

Il progetto di recupero è fermo alla Regione Lazio per mancanza di fondi

01/07/2010

Il progetto di recupero del Castello delle Querce di Fondi è stato inserito dalla Regione Lazio nell’elenco delle proposte approvate, ammesse a finanziamento ma non ancora finanziate. L’Ente Parco non ha dimenticato il Castello. Il suo recupero è dipeso dalla mancanza di fondi. Nel corso degli anni, infatti, sin dall’acquisizione della struttura da parte dell’Ente, la dirigenza ha presentato richiesta di finanziamento alla Regione Lazio più volte ma senza esito; prima alla Litorale Spa Azienda per lo sviluppo economico, turistico ed occupazionale del litorale laziale, poi alla Direzione Territorio ambiente e cooperazione tra i popoli ed in ultimo al dipartimento sociale Beni e attività culturali e sport. “Nella programmazione pluriennale degli interventi – spiega il presidente Giovanni Ialongo animato dalla consueta determinazione e testardaggine che ha accompagnato ogni fase del suo impegno politico alla guida del Parco –abbiamo dato priorità non solo al completamento delle opere già in corso come San Magno, il Palazzo del Principe, Villa Placitelli ed il Mulino di Settecannelle, ma anche a pianificarne altre. Il recupero del Castello delle Querce ne è un esempio. Il suo progetto, inoltre, è stato realizzato a costo zero in quanto elaborato dai tecnici dell’Ente e frutto anche di ricerche svolte da due tesiste del nostro territorio e laureande in architettura e ingegneria che hanno condotto uno studio di recupero strutturale e funzionale dell’antica costruzione. Per salvaguardare l’area a livello ambientale – conclude Ialongo – poiché sottoposta a vincolo dalla Soprintendenza ai beni culturali, dopo l’acquisto dello stabile da parte del Parco ed anche perché intorno si sono sviluppati nuovi insediamenti abitativi, è in programma un incontro con il sindaco De Meo nella sede comunale per valutare azioni d’intervento comuni”. L’ultima richiesta di finanziamento alla Regione Lazio per il recupero del Castello delle Querce è stata inserita nell’ambito del Por Fesr 2007-2013 relativa ai Grandi Attrattori Culturali (Obiettivo competitività regionale e occupazione – Attuazione dell’Asse II Ambiente e prevenzione dei rischi Attività 5: “Interventi per la valorizzazione e promozione dei Gac). Il progetto prevede interventi di recupero da realizzare in diversi lotti, viste le dimensioni strutturali del Castello e la superficie stessa dell’area che la circonda che è pari a 3000 ettari. Per un finanziamento di un milione e 200 mila euro. La destinazione d’uso sarà finalizzata anche al recupero e conservazione delle tradizioni musicali locali.

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE