Cronaca

Dopo le palme, adesso in pericolo sono i castagneti

Il Cinipide Galligeno viene dalla Cina e purtroppo è arrivato recentemente a Cori

10/06/2010

Dalla Cina all’Italia, passando per Giappone, Corea e Stati Uniti, il Cinipide Galligeno è giunto fino a Cori, avvistato recentemente, attaccando i nostri castagneti da frutto, alcuni dei quali presentano già evidenti segni di attività trofica. Il Cinipide Galligeno, infatti, è un imenottero nocivo per le piante del castagno che sedimenta in primavera le uova che diventano poi le larve che daranno vita a formazioni ipertrofiche che solitamente permangono a lungo sulla pianta, anche in inverno, fino a minacciare la sopravvivenza degli impianti di castanicoltura presenti sul territorio. L’Ass.re agli AA.GG., Personale e Semplificazione Amministrativa del Comune di Cori e Consigliere Provinciale del PdCI – Federazione della Sinistra, Fausto Nuglio, a tal proposito e dopo avere raccolto le segnalazioni sul territorio, ha presentato un'interrogazione all’Amministrazione Provinciale, per chiedere alla Giunta e al Presidente Cusani quali metodologie intendono adottare per il recupero e la ricostituzione dei castagneti da frutto, non solo di Cori, ma dell’intera Provincia, che abbonda di simili aree attualmente sottoposte agli stessi attacchi dannosi. Come ha spiegato lo stesso Nuglio, «tale richiesta è motivata dalla constatazione del fenomeno di fitofagia da parte del Cinipide Galligeno e dall'analisi dell'impatto che questo insetto ha sul settore della castanicoltura che già presenta perdite rilevanti non solo per quanto riguarda la produzione di frutti, ma anche per quanto riguarda gli accrescimenti legnosi.»

Ivan Eotvos

    Tag

    Cori

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE