Eventi & Cultura

Acqua pubblica, già 350000 firme

Il comitato di raccolta: «In pochi giorni abbiamo centrato già la metà dell'obbiettivo»

12/05/2010

Oggi l’Ufficio Stampa del “Comitato Referendum Acqua Pubblica” ha comunicato che dopo lo scorso fine settimana, di Sabato 8 e Domenica 9 Maggio, grazie all’impegno dei banchetti sparsi in tutta Italia, sono state superate le 350.000 firme raccolte. Nel comunicato del Comitato nazionale si legge: «Sono passati solo 15 giorni di raccolta firme e siamo già a metà strada rispetto all'obiettivo che il Comitato Promotore dei referendum sull'acqua si era posto all'inizio della campagna (700mila firme entro luglio). Ci sono regioni, come la Liguria, che hanno già raggiunto l'obiettivo finale della raccolta. I banchetti, organizzati in piccolissimi centri montani come nelle isole Eolie, hanno registrato lunghe file di cittadini in attesa di firmare per l'acqua pubblica». Il comunicato prosegue: «Nonostante non ci fossero grandi manifestazioni di piazza (come avvenuto per il 25 aprile e per il primo maggio) lo scorso fine settimana ha eguagliato i precedenti come numero di firme raccolte. Il lavoro di migliaia di volontari in tutta Italia e la determinazione dei firmatari hanno permesso di ottenere un altro risultato eccezionale».
Una determinazione che abbiamo potuto verificare anche tra le cittadine e i cittadini di Fondi che numerosi domenica scorsa, convinti anche dalla propria esperienza nel rapporto con “Acqualatina”, hanno firmato per i 3 referendum al banchetto che l’Associazione “Murales” ha organizzato presso il mercato domenicale. La raccolta firme andrà avanti fino alla prima settimana di Luglio, visto che entro il 20 dello stesso mese le firme dovranno essere depositate presso la Corte di Cassazione. L’Associazione “Murales” ha già in programma, sempre nella mattina delle prossime domeniche, altri banchetti “in giro” per il nostro Comune: Domenica 16 a Salto Covino, Domenica 23 presso il mercato coperto e Domenica 30 al quartiere Campo Boario. “Murales” rivolge un sincero invito a tutte le cittadine e i cittadini a sostenere i referendum. Perché si scrive acqua ma si legge democrazia. Ricordiamo che per firmare è necessario essere elettrici/elettori e avere con sé un documento di identità valido. Tutte le informazioni su www.acquabenecomune.org

Ivan Eotvos

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE