Eventi & Cultura

Marketing territoriale, quando alla testa si aggiunge il cuore

Il terzo incontro di un impegnativo programma di formazione-intervento: Retemark 1

15/03/2010

Il giorno 12 marzo 2010 presso il liceo Alberti di Minturno è stato realizzato il terzo incontro di un impegnativo programma di formazione intervento sul tema del marketing territoriale denominato Retemark 1 che coinvolge 45 giovani, scelti e selezionati nei comuni di Castelforte, SS. Cosma e Damiano e Minturno Il programma è stato finanziato dalla Regione Lazio, ma è stato voluto dai cittadini dei tre Comuni che hanno partecipato al programma relativo alla realizzazione del Bilancio Partecipativo. I giovani si prepareranno infatti per utilizzare i laboratori di marketing territoriale che sono in fase di realizzazione in tutti e tre i Comuni. Per preparare al meglio i giovani si è deciso di impegnarli a realizzare un vero e proprio progetto di marketing territoriale. Sono stati così individuati ben 11 progetti dopo aver preso in considerazione l’intero patrimonio culturale esistente, dalle terme e il castello di Suio, all’area archeologica di Minturno, alla storia dei Santi di SS. Cosma e Damiani, al litorale di Scauri, dalla coltivazione delle arance a quello dell’olivo, dal Folk al carnevale contadino, ecc. I progetti saranno pronti per il 15 di aprile prossimo, dopo un programma intenso di incontri e ricerche sul campo. Un elemento interessante di questo programma è dato dal fatto che, forse per la prima volta, i giovani di comuni diversi stanno lavorando insieme su progetti significativi per la promozione di un territorio che assume una dimensione intercomunale. I giovani, nella loro progettazione cercheranno come migliorare le politiche e gli strumenti di comunicazione utilizzate per promuovere il patrimonio culturale, storico, enogastronomico e ambientale del territorio comune. Gli Amministratori ritengono infatti che il patrimonio che il territorio detiene è corposo e variegato, ma si riscontrano certe difficoltà a rappresentarlo sia sugli strumenti tradizionali di comunicazione e sia sui new media Per la progettazione, i giovani lavorano con la struttura di supporto dell’associane SER.A.L, un’associazione che raggruppa già 18 comuni della provincia di Latina. Ad ospitarli, presso il liceo Alberti, è stato il preside Graziosetto, che non è alla prima esperienza di programmi di questo genere realizzati con l’associazione SER.A.L . Il Preside ha già fatto recentemente una sperimentazione interna al liceo stesso di formazione intervento per aiutare gli studenti del quarto anno a sviluppare un più efficace orientamento per le proprie scelte di studio, di professionalizzazione e di lavoro. Quella sperimentazione si lega ora al progetto RETEMARK 1 che ha con obiettivo finale quello di sviluppare delle opportunità di occupazione nel campo dei servizi di marketing territoriale per i giovani del territorio. Il prossimo appuntamento è fissato a SS. Cosma e Damiano per il 25 marzo, presso l’istituto comprensivo, dove si approfondirà il programma progettuale e i giovani porteranno il risultato del lavoro di analisi che effettueranno sul territorio attraverso la raccolta di documenti e interviste mirate.Ogni informazione può essere raccolta presso la segreteria dell’associazione SER.A.L. al numero 3939305956 o presso l’URP del Comune di Castelforte, dal dott. Vincenzo Testa.

Claudio Ruggiero

    Tag

    Castelforte

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE