Eventi & Cultura

Ospitalità fondana e orgoglio fondano

Troppo spesso sta accadendo che la proverbiale e tradizionale ospitalità fondana, venga confusa con l'essere tonti

01/03/2010

Troppo spesso sta accadendo che la proverbiale e tradizionale ospitalità fondana, venga confusa con l'essere tonti. Possibile che chi arriva a Fondi, ma anche a Monte San Biagio, Sperlonga, Campodimele, Lenola, dopo aver ricevuto la giusta e calorosa ospitalità, arrivi poi a criticare pesantemente chi ha dato loro lavoro, casa, amicizia e... altro? Si sta arrivando all'assurdo del: entrano in casa tua, aprono il frigo, mangiano, dormono, mettono i piedi sul tavolo e, ti giudicano se hai le tende a righe o tinta unita. Proprio l'altro giorno sono stato avvicinato da un “fondano” dall'accento nordico che vomitava parole contro i fondani incapaci e altro. Gli ho risposto in dialetto fondano che se si allontana da Fondi e il suo comprensorio di qualche chilometro, troverà cumuli di rifiuti e altro. Le più grandi nazioni del passato (Impero Romano) del presente (Stati Uniti d'America) e del futuro (Brasile), fondano la loro forza sul "patriottismo integratore", ovvero sull'apertura all'altro, il quale però deve integrarsi ed essere attaccato ai valori della sua nuova patria. Dovrebbe valere anche per piccole porzioni di territorio. Dobbiamo amarci e trasmettere il nostro amore per Fondi, perché è un principio di vita, di sopravvivenza e di armonia. Penso che sia giunto il momento di dimostrare un po' di orgoglio fondano, soprattutto a chi sta facendo scempio dell'ospitalità fondana.

Gaetano Orticelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE