Economia

Ecco le strade del vino

Sabato a Prossedi la manifestazione di promozione enogastronomica

17/09/2009

Dal vino “Cacchione” tanto caro a Nerone al nettare di Bacco della celeberrima cantante d’operetta Gea della Garisenda, moglie del re dei cappelli Borsalino e amica intima di Carducci, D’Annunzio, Leoncavallo, Pascoli e Trilussa. Comincia da qui “I Vicoli del vino”, la manifestazione in programma per sabato 19 settembre a Prossedi (Lt). L’ iniziativa, patrocinata dalla Regione Lazio, l’Amministrazione Provinciale di Roma e il Comune di Latina, è legata al programma del Ministero per le Politiche agricole ambientali e forestali “Vino e Giovani”. Ad organizzarla, l’Associazione “Amo l’Italia” in collaborazione con il Consorzio per l’Università “La Sapienza” di Pomezia e le Associazioni “Agroalimentare in Rosa” e “Latina da scoprire”. Finalità dell’importante appuntamento, al quale partecipano anche l'UMAO e la FISAR, quella non solo di educare i ragazzi tra i 18 e i 30 anni al consumo consapevole e moderato degli alcolici, ma anche presentare i più bei luoghi della regione e lo straordinario giacimento enogastronomico che li caratterizza. “L’idea di fondo – sottolinea il sen. Maurizio Calvi, presidente dell’associazione Amo l’Italia – è trasmettere una cultura antica legata a valori sani, promuovendo un consumo e una conoscenza del vino, orientandone la scelta verso la qualità e legandone l’immagine ad un preciso stile di vita, non disgiunta dal divertimento, ma consapevole e intelligente”. Le cifre delle stragi sulle strade fanno riflettere. Secondo i dati diffusi dall’Istat e dalla Polizia di Stato nel luglio scorso, ogni anno in Italia perdono la vita a causa degli incidenti stradali oltre 5000 persone. L'alcol e la droga sono tra le principali cause tanto da rappresentare, da una stima fatta dall’Istituto Superiore di Sanità, il 30% del totale. Un dramma che riguarda soprattutto i giovani. Nel 2007 si sono registrate infatti 1.752 vittime di età compresa tra 18 e 34 anni e gli scontri nelle notti del weekend, avvenuti tra le 22 e le 6 del mattino, hanno spezzato la vita di ben 621 ragazzi. Una giornata dunque, quella di sabato prossimo, all’insegna della sfida, del piacere, della competizione e del confronto tra le nuove generazioni ed un alimento tanto antico come il vino, simbolo oggi del made in Italy nel mondo. Preservare i ragazzi dal bere è cosa saggia ma ancora più importante appare educarli e avvicinarli al giusto rapporto con gli alcolici. Fitta la scaletta degli appuntamenti che prevede, alle ore 15,00, un convegno dal titolo “La cultura del bere. Giovani e vino”. Tra i relatori che hanno assicurato la presenza, il sindaco di Taurasi Antonio Buono, la dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Maria Rita Calvosa, la presidente dell’Unione Mediterranea Assaggiatori Oli, Paola Fioravanti, il presidente del SILB Rino Polverino, il responsabile dell’Unità di alcologia di Latina, dottor Peppino Nicolucci, il preside dell’istituto alberghiero “Celletti” di Formia Erasmo Colaruotolo e il produttore Antonio Santarelli. Sempre nel pomeriggio, nei giardini del Castello Baronale, due mini corsi di introduzione all’assaggio dell’olio e del vino curati da Paola Fioravanti, seguiti, alle 18,30, dall’apertura al pubblico delle stradine del centro storico di Prossedi e delle 12 Isole del Gusto predisposte per la degustazione di più di 200 etichette locali e nazionali da abbinare alle diverse bontà gastronomiche e ad oltre 3500 assaggi di pane e pizza offerti dai panifici di Latina, Cori e Priverno. Tra le particolarità, la partecipazione di più di 80 aziende, i banchi di assaggio curati dai sommelier della Fisar dei vini delle Terre del Cesanese di Olevano Romano, di Castelvene, Taurasi e Latina da Scoprire; la sfilata degli oli allestita nel giardino del Palazzo della Marchesa del Gallo; le prelibatezze dell’ “Agroalimentare in Rosa” presentate dalla giornalista Tiziana Briguglio e la degustazione guidata dalla maestra di cuvèe Anna Pezzella. Ad allietare la serata, alle ore 21,00, il concerto del celebre gruppo di Sabaudia “Easy Skankers” che torna a riproporsi con un nuovo album: 3SKA. L’obiettivo è sempre lo stesso: coinvolgere e far divertire con il "Jamaican" ( il sound composto da Ska, Rocksteady ed un pizzico di Reggae) il pubblico delle grandi piazze italiane. Il loro è infatti qualcosa più di un concerto, è uno spettacolo volutamente leggero, capace di rapire e incantare chiunque si trovi ad assistervi. Ad animare Piazza del Blebiscito, Nebbia (Giuseppe Pagliaroli - voce e chitarra), Polska (basso), Favitto (Tastiere), Two Tone (tromba), Pastura (sax) Cardesio (batteria) e Misterioso, adottato in qualità di ballerino e corista.

Rita Bittarelli

    Tag

    Prossedi

    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE