Politica

«Fondi non sarà lasciata sola»

Rifondazione Comunista: «Da adesso denunciamo ad alta voce connivenze e ambiguità»

28/08/2009

Il Partito della Rifondazione Comunista di Latina assume una posizione molto dura sul “caso Fondi”. “Ormai la misura è colma”, dichiara la Segretaria Provinciale Alessandra Venditti. “È arrivato il momento di denunciare ad alta voce tutte le connivenze, le ambiguità e le complicità che fanno sì che l’Amministrazione Comunale di Fondi non solo non venga sciolta per manifesta presenza camorristica nei suoi gangli vitali, ma che, nel coro delle varie dichiarazioni di facciata, la città stessa venga abbandonata al suo triste destino di feudo personale del Senatore Claudio Fazzone e dei suoi più stretti sodali. A fronte di tante parole, anche il PD locale continua inspiegabilmente a mantenere la propria rappresentanza in consiglio comunale: lanciamo quindi un appello a rivedere questa posizione ed a ritirare i consiglieri.” Rincara la dose Giovanni Russo Spena, Responsabile Nazionale Giustizia del PRC ed ex Capogruppo al Senato: “C’è un grave ed urgente problema di tessuto socio-economico gravemente compromesso dalla radicata presenza criminale, sia a livello produttivo che a livello istituzionale: e questo non è altro che il risultato di anni di lassismo sul piano della corruzione, sul piano dell’abusivismo, sul piano dell’abuso delle risorse territoriali, sull’inquinamento ambientale e commerciale (MOF). Ma è chiara la responsabilità politica di chi si è guardato bene dal contrastare, con le parole e con i fatti, il dilagare della camorra nel comprensorio di Fondi”. Continua la Venditti: “D’altra parte, ad una azione valida e meritoria del Prefetto, che ormai da tempo ha denunciato in modo circostanziato il disegno del malaffare fondano, non corrisponde esattamente una adeguata posizione del Procuratore della Repubblica Dott. Giuseppe Mancini, il quale appare particolarmente impegnato e distratto da questioni di altra natura, attualmente sul tavolo del CSM.” “Fondi e la Provincia di Latina hanno bisogno vitale di sostegno nuovo e reale su tutti i livelli: è tempo che i vertici della Procura, come quelli dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle forze dell’ordine territorialmente deputate alla prevenzione ed al contrasto della criminalità organizzata, possano finalmente agire in sinergia tra loro e perseguire un obiettivo comune evitando cattivi impieghi di risorse e uomini.” “Rilanciamo quindi la proposta di una grande manifestazione nazionale a Fondi contro tutte le mafie”, concludono gli esponenti di Rifondazione, “dove siano presenti tutte le forze politiche democratiche e soprattutto soggettività civili ed associative a testimoniare che in ogni caso Fondi non sarà lasciata sola e che esiste ancora larga parte di tessuto sociale positivo e fecondo da valorizzare.”

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE