Eventi & Cultura

Maurizio Riccio in Mostra

Percorso in retrospettiva è il titolo della personale a Palazzo Caetani dal 13 giugno

04/06/2009

In “percorso in retrospettiva” l’artista rielabora in 40 opere circa i temi a lui più cari e coinvolgenti. La personale “percorso in retrospettiva” è vissuta dall’artista come un vero e proprio viaggio in cui coinvolgere delicatamente lo spettatore che percorrerà tre itinerari diversi ma fortemente complementari tra loro. La mostra si apre con la bellezza quasi irreale dell’isola delle sirene, Capri infatti rappresenta per Maurizio riccio un oasi, un rifugio in cui dimenticare il rapporto inquieto e tormentato che egli ha con la sua città. E’ infatti nel cuore di Napoli che l’artista, nel suo atelier, crea e delizia il suo pubblico con le più svariate forme d’arte. Ma è in capri che riesce a ritrovare e a sentire propri quei colori e profumi ancora incontaminati tipici dell’area partenopea, forse perché protetti da una particolare magia che solo sull’isola delle Sirene sembrano essere ancora sospesi nel tempo. Ed è qui che Riccio si rigenera e ritrova l’energia necessaria per nutrire la sua inesauribile creatività e per ritornare a sentire sempre più sua la città partenopea creando così opere sempre uniche. Altro tema caro all’artista è la natura, ulteriore sua fonte d’ energia e creatività, ed è con semplice grazia che conduce lo spettatore nel secondo itinerario dedicato ai fiori. L’artista ama cogliere e plasmare sulle tele le molteplici ed infinite sfumature di colori che solo la natura sa donarci. L’uso sapiente della spatola fa sì che i fiori sembrino vivi e palpitanti sulle tele, accarezzati da una leggera brezza o colorati dalla luce di un particolare tramonto. Terzo ed ultimo itinerario non poteva non essere dedicato a Napoli, è tra le strade di questa città che Riccio alla sola età di 16 anni inizia a creare, a dipingere e ad innamorarsi di luci e colori in essa presenti. In questo ultimo percorso Riccio crea visioni artistiche della sua città amalgamando passato e futuro. Ama dipingere prevalentemente ad olio su tela con spatola ma ciò non pone limiti alla sua creatività e al suo desiderio di sperimentare tecniche e materiali nuovi.

Sara Fedeli

    Tag

    Cisterna di Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE