Sport

Semat, un'impresa che vale il primato

Nella IV giornata di ritorno la squadra fondana passa sul campo dell’Ambra

02/03/2009

Grande impresa dell’HC Semat Fondi che nel match-clou della IV giornata di ritorno passa sul campo dell’Ambra, scavalcando la squadra toscana al comando della classifica: una vittoria meritata, giunta al termine di una gara intensa in cui si è vista un’ottima pallamano ad opera di entrambe le contendenti. Gli uomini di Manzi hanno affrontato la partita consapevoli della forza degli avversari, ma anche delle proprie possibilità; i rossoblu ben sapevano che il match di Poggio A Caiano avrebbe rappresentato il momento cruciale della loro stagione e sono scesi in campo con il piglio giusto, senza timori reverenziali nei confronti della capolista ma con grande concentrazione. Sin dalle prime battute i fondani, che recuperavano dopo mesi l’ala De Santis ma erano costretti a rinunciare a Panariello e all’influenzato Conte, sfoderavano un’elevata attenzione difensiva e una notevole lucidità in fase di attacco: dopo aver subito la prima rete dell’incontro ad opera dello slovacco Bednarek, piazzavano un primo break che li portava sul 4-1 al 7’. I padroni di casa, privi dell’apporto di Andrea Freschi, provavano a reagire grazie anche all’ingresso in campo di Morlacco, ma trovavano sulla loro strada un Giovanni D’Angelis insuperabile; il portiere fondano si faceva trovare pronto ogni qualvolta i biancoverdi riuscivano a superare la mobile 5/1 predisposta da Manzi e con pregevoli interventi consentiva alla propria squadra di prendere il largo. In fase offensiva ci pensava un Campins in giornata di grazia a finalizzare il gioco dei rossoblu, tanto da costringere il tecnico toscano Rajic a ordinare su di lui una marcatura individuale. La mossa non sortiva gli effetti sperati e gli ospiti raggiungevano il massimo vantaggio sul +7 al 24’ (14-7) e ancora al 26’ (16-9); l’ingresso in campo di Ballini ridava slancio all’Ambra, che nel finale di tempo si riportava sotto chiudendo la prima frazione sul 13-17. Ad inizio ripresa i toscani profondevano il massimo sforzo per recuperare lo svantaggio, ma la rimonta si fermava sul 16-18 del 5’; grazie alle conclusioni di un ispirato Gianluca Di Manno gli ospiti allungavano ancora fino al +5 del 13’. Popovic provava a riportare in partita i suoi, che raggiungevano ancora il -2 sul 25-27 a poco meno di due minuti dal termine. Era però troppo tardi per le velleità della squadra di casa: Zizzo e Giuliano Sangiuolo mettevano al sicuro il risultato per una vittoria che vale oro e che riporta i rossoblu in testa alla classifica. La partita finiva 26-29, tra la delusione del pubblico di casa e la gioia degli ospiti che festeggiavano sotto le tribune insieme al numeroso gruppo di tifosi giunti da Fondi che li aveva calorosamente sostenuti per tutti i 60’ di gioco.

Maurizio Targa

    Tag

    Pallamano

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE