Eventi & Cultura

Dove li trovano i ragazzi di Amici?

Non volevo, giuro che l’ho evitato fino a quando possibile. Poi non lo so che è successo...

16/02/2009

Non volevo, giuro che l’ho evitato fino a quando possibile. Poi non lo so che è successo. Sonnecchiavo, con i sensi intorpiditi sentivo gli echi del Grande Fratello, quando a un certo punto mi si staglia la Maria, intesa come De Filippi con Amici. Lei non mi sta antipatica, solo che detesto i suoi programmi. Approvo solo Alessandra Celentano, l’insegnante di danza che non risparmia nessuno. E ha ragione. Se vuoi fare la ballerina devi studiare e studiare e ancora studiare. Giorni e ore, settimane e mesi sulle punte devi stare. A questo aggiungi che la natura, alla quale nessuno mai ha parlato di democrazia, deve averci messo del suo. A quel punto puoi dire qualcosa, ricordando che l’insegnante ne sa sempre di più. Non a caso si cita l’allievo che supera il maestro: è un’eccezione, accade davvero di rado. Che accada ad Amici è impossibile. Quindi non può che starmi simpatica la Celentano (una Sgarbi femmina? Una che ne sa e quindi ritiene opportuno battersi contro la mediocrità? Aggiungi che è anche una donna dall’aspetto interessante e ci siamo. Comunque vada, in tv ci sta proprio bene), guardare Maria che sembra sempre un po’ estranea a tutto (mi ricorda Luca Barbareschi quando presentava “C’eravamo tanto amati” su Rete 4), e chiedermi dove sono i ragazzi che ci propina la tv. Cioè, dove li fanno? Da dove escono? Mi capita di andare nei licei e vedere studenti normali, di girare per la strada e vedere ragazzi normali. Di andare nei luoghi dove si fa sport – pallavolo, danza, pallacanestro, arti marziali – e vedere atleti normali. Anche dove si fa teatro, si canta o si balla, i ragazzi sono normali. Quelli che vanno ad Amici dove li trovano?

Maria Corsetti

    Tag

    Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE