Cronaca

La Stazione a Sermoneta è una realtà

Gara d'appalto per individuare la ditta che realizzerà l'opera. Il bando scade il 30

10/10/2008

Sermoneta avrà presto la sua stazione ferroviaria. Il progetto per la realizzazione di uno scalo nel territorio di Sermoneta si sta concretizzando: il Comune ha infatti indetto la gara d'appalto per individuare la ditta che realizzerà l'opera. Il bando scadrà il prossimo 30 ottobre. “Quella che è stato un sogno per tanti anni, siamo riusciti a concretizzarla a dispetto di quanto non credevano nelle capacità di questa amministrazione”, spiega orgoglioso il Vice Sindaco e Assessore alle Grandi Opere Lavori Pubblici Gilberto Montechiarello. Si tratta di un'opera che renderà finalmente indipendente Sermoneta rispetto alla stazione di Latina Scalo: un successo dell'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giuseppina Giovannoli, che certamente rappresenta una risposta fattiva a tutti i pendolari che ogni mattina sono costretti a prendere il terno per la Capitale o per Napoli, oltre ad essere una ulteriore opportunità di sviluppo turistico per Sermoneta. Il nodo logistico, che sarà realizzato in località Carrara, prevede un parcheggio di circa 18.000 mq. per circa 450 posti auto; sono previsti spazi per la sosta dei motocicli e per il servizio di trasporto pubblico su gomma (Cotral, linee urbane e taxi), con corsia di accesso riservata. Sarà poi realizzata una struttura coperta per l'attesa dei treni. Da qui si potrà accedere al sottopasso ferroviario, i cui lavori di prolungamento fino al parcheggio saranno interamente curati da Ferrovie dello Stato. Si tratta di un intervento per una lunghezza di circa 10 metri lineari, sotto il terzo binario, che consentirà agli utenti, provenienti dai Lepini, l'accesso diretto alla stazione. L’area a parcheggio e l’accesso alla stazione ferroviaria saranno collegati attraverso una bretella, dotata di rotatoria, alla strada provinciale Le Pastine, asse portante per il collegamento con tutta l’area Lepina. La base d'asta è di 1,5 milioni di euro circa, di cui 1,2 milioni per lavori stradali e 300 mila per opere edilizie. Il nodo logistico è stato finanziato per € 660.000 con fondi dello Stato, per € 900.000 con fondi della Regione Lazio inclusi nell’Accordo Programma Quadro (APQ2) – II° Accordo Integrativo, e per € 163.942,91 con fondi propri del Comune per un totale complessivo di € 1.723.942,91; e per € 660.557,53 con fondi dello Stato e fondi della Regione Lazio inclusi nell’Accordo di Programma Quadro – III Accordo Integrativo Trasporti e Centri Intermodali – stralcio “infrastrutture ferroviarie e centri merci” (APQ2). “In pochi scommettevano sulla capacità di questa amministrazione di raggiungere un obiettivo così ambizioso. Invece, grazie alla validità dei nostri tecnici comunali che hanno redatto i progetti, alla collaborazione della Regione e delle Ferrovie dello Stato e, non ultimo, alla nostra tenacia, l'opera sta facendo il suo corso”, conclude il Vice Sindaco. La durata dei lavori è di 365 giorni. Con l'arrivo dell'alta velocità a Cassino, si libereranno delle linee che Sermoneta sfrutterà per collegarsi a Roma.

Rita Bittarelli

    Tag

    Sermoneta

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE