Sport

Terracina Calcio, parla De Filippis

Il benvenuto ai nuovi acquisti. Escluse, per il momento, le partenze...

20/09/2008

L’arrivo in un colpo solo all’ombra del Tempio di Giove dell’attaccante Enzo Giacco, del centrocampista Morris Manolo Ripa e dell’esterno sinistro Mattia Perrotti, tutti provenienti dal Boville Ernica, rappresenta un messaggio forte e chiaro della società biancoceleste: il Terracina ha intenzione di recitare un ruolo da protagonista fino al termine della stagione, come del resto annunciato anche alla vigilia del campionato, e per questo non lascerà nulla di intentato pur di riuscirci. “Parlare di promozione in questo momento non avrebbe alcun senso, diciamo quindi che il nostro obiettivo resta quello di disputare un campionato più che dignitoso – spiega allora il presidente dei tigrotti Fabio De Filippis – Questo, ovviamente, non vuol dire che non proveremo ad arrivare il più lontano possibile. La storia di questa società e il suo blasone ci impongono di non lasciare nulla di intentato e anche gli ultimi rinforzi devono essere letti in quest’ottica: ci siamo resi conto di alcune lacune oggettive e deciso di correre ai ripari immediatamente. Abbiamo così rinforzato i diversi reparti con giocatori di esperienza che, pensiamo, faranno fare il salto di qualità al gruppo e daranno incisività al nostro gioco. Senza contare che queste mosse sono la testimonianza che il mio gruppo ha intenzione di fare fatti e non chiacchiere”. Poi il massimo dirigente biancoceleste esclude “tagli” immediati: “Al momento nessuno ha fatto le valigie – conferma De Filippis – ma non è da escludere che più in là qualcosa si possa muovere anche in uscita. Starà comunque allo staff tecnico fare questo tipo di considerazioni”. Sta di fatto che dopo due sconfitte, in campionato con la Vjs Velletri e in Coppa Italia con l’Aprilia, in casa Terracina c’è molta voglia di riscatto e la sfida di domenica contro il Colleferro, che si giocherà ancora al “Biamani” di Amaseno, sarà un esame niente male per testare il gruppo e i nuovi innesti: “Sono certo che contro il Colleferro i ragazzi tireranno fuori gli artigli – dice De Filippis – Mi aspetto da loro una prova d’orgoglio, una prova caratteriale. Poi è normale che c’è da aspettarsi una partita molto tattica e difficile”. E il ritorno al “Mario Colavolpe”? “I lavori procedono a pieno ritmo – conclude il presidente del Terracina – anzi, diciamo pure che gli addetti ai lavori hanno fatto in due mesi quello che non erano riusciti a fare in due anni. Per questo dico ai tifosi e agli sponsor di stare tranquilli, perché il Terracina sta per tornare nel suo stadio. È imminente la riunione della Commissione di vigilanza e quindi, facendo i debiti scongiuri, penso che il 5 ottobre, data della sfida interna contro l’Almas Roma, rivedremo i tigrotti in casa”.

Maurizio Targa

    Tag

    Calcio

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE