Eventi & Cultura

Presentato "Non toccate Eva"

Il progetto provinciale entra nelle scuole...

20/09/2008

La violenze sulle donne rimane a tutt’oggi una piaga sociale ed i sempre numerosi casi rimangono ancora troppo spesso sommersi. Per aiutare chi ne rimane vittima, ma anche e soprattutto per aiutare a prevenire simili episodi attraverso un adeguato ‘stile di vita’ e all’apprendimento di sistemi di autodifesa, è partito ieri a Cisterna il progetto provinciale “Non toccate Eva”. Si tratta di un corso teorico-pratico volto a fornire informazioni medico-legali, psicologiche e di autodifesa, legate al fenomeno della violenza sulla donna. L’iniziativa è partita dal consigliere delegato provinciale per le Pari Opportunità e toccherà vari comuni della provincia. Cisterna è stato il primo ad aderire ed a dare il via ad una serie di incontri che inizieranno il prossimo 2 ottobre curati dall’Associazione Culturale DinamicaMente in collaborazione con il Troiani Team. Ieri alle 18, nella Sala delle Statue del palazzo comunale, si è tenuta l’inaugurazione alla quale hanno preso parte il consigliere provinciale per le Pari Opportunità Paola Bernoni, il Sindaco Mauro Carturan, l’Assessore alle Politiche Sociali Alfredo Cassetti, l’avvocato Angelo Farau, l’istruttore M.G.A Giuseppe Troiani, oltre alle dottoresse Sandra Salis, Silvia Fanella e Cinzia Sperlonga dell’associazione DinamicaMente. In quella sede, su proposta del Sindaco Carturan, è stato deciso di tenere nei prossimi giorni una riunione con i dirigenti scolastici degli istituti superiori di Cisterna affinché il corso, o alcuni incontri teorico-pratici, possa svolgersi all’interno delle scuole con il coinvolgimento delle studentesse delle classi IV e V. Il corso tratterà vari argomenti come la violenza psicologica, fisica, economica, i comportamenti persecutori, la vittimologia, la sicurezza personale, le nozioni di primo soccorso, l’analisi delle situazione di rischio e acquisizione di un corretto stile di vita, le conseguenze psicologiche e sociali nella vittima, la normativa sulla violenza e sulla difesa, i vari tipi di trattamenti psicologici in aiuto alla vittima, le istituzioni sul territorio che si occupano di queste tematiche. Una parte importante del corso è costituita dagli incontri pratici che verteranno su tecniche di autodifesa come la schivata del colpo, la liberazione da prese ai polsi, di immobilizzazione e controllo dell’avversario. “E’ un ottimo progetto sociale ed educativo – ha commentato il consigliere provinciale Paola Bernoni – che non solo darà utili consigli e sostegno ma sarà di stimolo all’emersione di tante realtà finora sommerse. Ho apprezzato la qualità del progetto anche sotto il profilo tecnico – scientifico elaborato dal team di psicologhe dell’associazione DinamicaMente. Devo sottolineare come il Sindaco Carturan si dimostri ancora una volta sensibile e propositivo su temi sociali delicati come questo e vicino al mondo scolastico. Lo dimostra il fatto che Cisterna, ancora una volta, sia la tappa di inizio di un ambizioso progetto itinerante”. “Questa Amministrazione – ha detto il Primo cittadino – è fortemente impegnata sui temi sociali e culturali della nostra comunità. In quest’ottica non è possibile prescindere dal coinvolgimento delle istituzioni scolastiche presenti sul territorio. In tal senso, per Cisterna, è questo un momento di grande festa in quanto, finalmente, è partito il secondo istituto superiore della città e questo corso di autodifesa sarà anche il primo progetto sociale che coinvolgerà i nuovi studenti”. Per informazioni sul corso ed iscrizioni, che saranno tutelate attraverso l’anonimato, è possibile contattare il tel. 339.7860962

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna di Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE