Eventi & Cultura

"Immagini e Suoni": la personale di Scopelliti

27/06/2000

In una singolare performance del 1952, dal titolo 4'33", il grande musicista statunitense John Cage (1912-1992) non suona alcuna nota. Sua intenzione è inviare, in tal modo, il pubblico in sale a guardarsi intorno e cogliere immagini e suoni tradizionalmente trascurati nel corso della regolare programmazione concertistica. Cage cerca - attraverso i suoi 4 minuti e 33 secondi di assoluto silenzio - di far "percepire" la realtà in modo diverso rendendo peraltro, il pubblico da spettatore, protagonista. Proprio il pubblico, in realtà, in questi ultimi anni viene coinvolto in misura sempre maggiore, sia nelle arti musicali sia in quelle visive, dove spesso diventa elemento centrale della creazione artistica. Nelle splendide immagini di Marcello Scopelliti, "fissate" lo scorso anno durante una serie di concerti pop - tenuti al Montello Festival - l'attenzione del fotografo sembra concentrarsi, oltre che sull'esibizione dell'artista, anche su quegli elementi che, apparentemente, fanno da corollario al concerto: il servizio d'ordine, il backstage ed il vasto pubblico. Una serie di immagini giocate su abili contrasti di luci ed ombre, in cui il bianco e nero - ora assoluto, ora stemperato in calibrate tonalità di grigio - conduce l'osservatore in una nuova Realtà - fatta di "Immagini e Suoni" intimamente percepiti, "ricreata" dall'obiettivo fotografico di Scopelliti. Esposizione fotografica fino al prossimo 10 luglio presso la Stamperia San Marco, a Latina nell'omonima piazza.

Mauro Cascio


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE