Eventi & Cultura

Voglio volere

Al via il progetto "Educare per prevenire"...

16/05/2008

Momento conclusivo di un importante progetto, domani, sabato 17 maggio alle ore 10,30, nell’Auditorium della Scuola Media Volpi di Cisterna. “Voglio Volere” è il convegno cittadino che conclude il progetto “Educare per prevenire” promosso dall’Assessorato alla Sanità, dall’Assessorato alle Politiche Sociali, e curato dall’associazione Il Ponte Onlus e dalle cooperative sociali Astrolabio e il Gabbiano con l’ausilio di professionisti nel campo delle tossicodipendenze, dell’educazione e della comunicazione. Il progetto ha attivato una ampia rete di collaborazione tra istituzioni presenti sul territorio tra le quali ASL e Comune, scuola e mondo del volontariato per fornire risposte adeguate al mondo degli adolescenti nel breve e medio periodo. Si sono svolti incontri e dibattiti all’interno di ogni singola scuola (2° e 3° media e biennio delle superiori) ed alla fine è stato realizzato un cortometraggio, girato negli ambienti del paese, che verrà proiettato nel corso del convegno. L’iniziativa si è prefissa di aumentare il livello di informazione e sensibilizzazione sulle conseguenze dell’uso e dell’abuso di sostanze psicotrope, di favorire una modifica agli stili di vita che comportano rischi per la salute o creino situazioni di disagio,di promuovere modelli positivi di responsabilizzazione e di autotutela della salute. Parteciperanno al convegno la dottorezza Anna Maria Cioce, responsabile della struttura semplice SERT del distretto ASL Aprilia Cisterna, la dottoressa Rosanna Zanini, dirigente medico del SERT di Roma, il dottor Antonio Turri, rappresentante dell’Associazione Libera, impegnata contro le mafie e nell’educazione alla legalità democratica. “Si conclude – afferma il consigliere delegato alla Sanità, dott. Francesco Maggiacomo – un progetto complesso ed articolato caratterizzato da una serie di azioni coordinate tra loro come l’informazione, la prevenzione, la divulgazione, l’analisi del mondo adolescenziale del territorio e la creazione di una rete tra scuola, istituzioni e volontariato per una programmazione nel breve e medio periodo. Al centro degli interessi ci sono giovani di età compresa tra i 12 ed i 16 anni in quanto più esposti al fenomeno dell’assunzione di sostanze stupefacenti ed alla falsità del messaggio che vorrebbe una distinzione tra droghe pesanti e leggere. Ogni droga , in quanto termine mutuato dall’inglese drug, cioè farmaco, è una sostanza in grado di modificare le funzioni dell’organismo”. “La nostra amministrazione a partire dal Sindaco Carturan – continua Maggiacomo - ha posto tra i punti fondanti del programma la tutela della condizione giovanile che passa necessariamente attraverso la campagna sociale di informazione e sensibilizzazione che coinvolga i giovani promuovendo negli stessi il rispetto della vita, premessa indispensabile per poter essere protagonisti del presente e costruttori consapevoli del loro futuro”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna di Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE