Eventi & Cultura

Cantiaurunca, la cultura della musica popolare

Adesso tocca ai Febbre Quartana interpretare i suoni del Lazio sud

07/05/2008

Il canto popolare sta vivendo ancora oggi il suo momento migliore e più intenso. Ai grandi autori della sua riscoperta (da R. De Simone a E. Bennato) si aggiungono, oggi e ovunque, gruppi di giovani appassionati di ricerca storica e tradizioni popolari che con dedizione e competenza ricercano e ripropongono, cantano e coinvolgono lungo le strade e nelle piazze , nelle sagre e nei piccoli locali dove si mangia bene e si spende poco, si gode della buona compagnia sotto la scia di gradite note. Dunque, riscoperta di tradizioni nel canto e in cucina per riscoprire il piacere di star bene insieme e chiacchierare. Questo il binomio fantastico che contraddistingue a Castelforte le serate in cantina. Ci riferiamo ovviamente alla Cantinaurunca 1799, un tipico locale che da pochi mesi propone ai suoi “ospiti” viaggi tra suoni e sapori della tradizione aurunca a e di Terra di Lavoro. Abbiamo già assistito in questa cantina a rassegne e concerti di gruppi musicali e maestri d’organetto che hanno lasciato in ognuno dei presenti il desiderio di ritornare per rivivere momenti di aggregazione intorno a un tavolo e davanti a buone pietanze con ottimi vini, alla riscoperta della vera essenza della musica popolare fatta soprattutto di partecipazione emotiva e passionale. L’ultimo appuntamento è stato quello del 2 Maggio, quando è stato possibile entrare nel mondo delle musiche e dei balli tradizionali legati alla cultura popolare della terra aurunca. Protagonista della serata è stato il Gruppo di ricerca Musicalia Aurunca che con passione e sapienza ha saputo riproporci, con note intonate, usi, credenze e riti che affondano le loro radici nei tempi andati e che credevamo perduti. Altro appuntamento da non perdere è quello fissato per il 9 maggio p.v. sempre alle 21,30, con i Malerva, gruppo del Basso Lazio che, tra tarantelle, pizziche e tammurriate, dalle ore 21,30, proporranno un repertorio di musiche e canzoni della tradizione del Sud Italia. Il 16 maggio 2008, sempre nella Cantinaurunca 1799, saranno i Febbre Quartana a farci riscoprire, attraverso il canto popolare, le storie e le sonorità, i riti e gli scongiuri delle popolazioni del Lazio e del Meridione. Si concluderà questa interessante rassegna venerdì 30 maggio quando il gruppo Sonuska riproporrà musiche e atmosfere dalle sponde del Mediterraneo. E se la buona musica che parla di tradizioni e valori ci viene proposta in un luogo che vive di aggregazione e dove è facile incontrare i profumi e i sapori di cibi semplici ma genuini e gustosi per qualità ed elaborazione accompagnati da pregiati ed esclusivi vini nazionali, allora il benestare è assicurato. Cogliamo l’occasione per una degustazione di fagioli e trippa, verdure e frittate che non disdegnano di affiancarsi a focacce e crostini, involtini e freselle, formaggi e salumi preparati e serviti per l’esaltazione del buon palato pronto a gustare freschezza e genuinità, il tutto condito con la cordialità e simpatia dei giovani cantinieri pronti ad accogliere nella Cantinaurunca 1799 ospiti/amici che vogliono condividere il loro modo di amare questa nostra terra.

Rita Bittarelli

    Tag

    Castelforte

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE