Sport

Volley. L'Icom vince il big match

11/03/2001

La partita tra l'Icom Latina e Sira Cucine Falconara è un big match, si nota perchè vi sono numerosi striscioni multicolori.I tifosi sono pronti a sostenere la squadra pontina che è obbligata a vincere per recuperare il vertice classifica e per l'occasione si sono muniti anche di un tamburo. Ultime prove per i cori e si preparano le bandiere: il tifo si prospetta rumoroso, caloroso, pirotecnico, gli applausi fioccano, strette di mano: una bolgia. L'inizio promette bene, subito viene acquisito il vantaggio, buona è la difesa pontina, ma Falconara pareggia. Le due squadre ci tengono a fare bella figura, uno spettacolo per il fatto che tutte le azioni sono sottolineate dal tifo assordante, sul 7 a 8 vi è il primo time-out, ed è subito pareggio.
La partita è strana, gli ospiti si portano in vantaggio, ma l'Icom recupera sempre, alcuni errori di ricezione portano Falconara sul 13 a 11. La squadra marchigiana sta prendendo il largo e Santilli chiede il time out poichè il 12 a 15 è un risultato preoccupante, bisogna recuperare. Il 13 a 17 è determinato per una buona azione difensiva dei marchigiani, che si oppongono alle diverse schiacciate dei pontini. No!, così non va, siamo giunti quasi al termine e gli ospiti possono chiudere il primo set , 16 a 21 mancano quattro punti agli ospiti, la situazione è difficile. Pezzullo tenta qualcosa, ma ormai anche Batez manda fuori 17 a 23.L'Icom combatte in questo finale e recupera tre punti 20 a 24, ma nulla può dato che una schiacciata d'attacco viene ribattuta è il punto del 20 a 25 che sancisce lo 0-1. Non si comprende perchè, ma gli avversari a metà set hanno preso il largo e così non si è potuto recuperare, si doveva fare opposizione prima, la squadra non si è scossa al momento giusto.
Il secondo set è importante, l'Icom deve reagire, ma così non è, già siamo sullo 0-3, poi con Batez e Cipollari si va al 2-4, poi Batez schiaccia prorompente, ma si è sempre in svantaggio, una bomba di Batez è respinta in tribuna per il 6 a 6. Il set si prospetta infiammante, anche Cherednik si mobilita e con grinta sigla il primo vantaggio Icom 8 a 7. I tifosi si fanno sentire e incitano tutti a partecipare, le tribune fanno a gara a chi urla di più. Herpe sbaglia battuta, ma proprio nessuna delle due squadre vuole prendere il largo, la parità può essere pericolosa, nasconde insidie, all'improvviso può rivelarsi sfavorevole. L'Icom sembra attenta, ma non è incisiva, troppe battute errate, intanto Falconara è in vantaggio per 16 a 14, time out tecnico, Santilli spiega con fervore, mette entusiasmo ai suoi, qui o si recupera o si perde il set. La parità arriva, ora la squadra è determinata, sta tenendo a Falconara il 17 a 17 non è promettente, perlomeno i giocatori si impegnano notevolmente, il risultato del set è in bilico, si è sul 20 a 18, il tifo si scatena di più, singolari gli stornelli storici riutilizzati per l'occasione che dimostrano l'affetto degli appassionati. L'icom vola fa punti su punti, si blocca sull'ultimo punto, 24 a 20, finale emozionante, gli ospiti ritardano la battuta e il pubblico fischia, ma incita nel voler questa vittoria, eh si è lui Batez che schiaccia e fa sbattere il pallone nell'unico spazio indifeso ed è 25 a 21. Si pareggiano i set 1-1, si deve essere più incisivi.
L'inizio del terzo set è promettente, le squadre consapevoli che il set è decisivo sono guardinghe, ma gli ospiti prendono un leggero vantaggio. Si soffre così, come sul primo set, Santilli nel time out deve indicare una tattica decisiva, si rivela senza esiti siamo sul 5 a 10, peccato bisogna recuperare.La sconfitta del primo set non ci voleva, l'Icom deve forzare. Il recupero viene bloccato da una decisione arbitrale discussa, ma al di là di questo regalo agli ospiti, si nota una squadra pontina a intermittenza, poi il tifo fà recuperare fino all'11 a 12, senz'altro un bel recupero. Il pubblico protesta infuriato contro l'arbitro, e non ha tutti i torti si fà tanto per pareggiare e poi un'errata interpretazione rischia di pregiudicare l'esito della gara, e cosi è, siamo in svantaggio, no!, non va proprio!, serve più mordente. Gli ospiti sono più concreti, è un finale incerto, l'Icom è altalenante pause e poi grandi giocate e si và in vantaggio sul 20 a 18, un grande muro pontino spinge verso la vittoria del set, i palloni sembrano indirizzati dai tifosi. Sul 23 a 19 il tifo è vivace, i marchigiani però recuperano 23 a 21, è un set combattuto fino alla fine, ma questi giovani tifosi instancabili vogliono che la squadra vinca il set e obbligano gli avversari a sbagliare battuta, a seguire una schiacciata micidiale porta l'Icom ad aggiudicarsi il set per il 25 a 21 per il 2-1. Un piccolo sforzo, questi tre punti servono.I giocatori pontini ne sono consapevoli, sarà un set sofferto, si và in svantaggio e si recupera subito, ma più calma, più concentrazione, più decisione, niente di tutto ciò, ed è 4 ad 8, i tifosi avversari ora sventolano le bandiere, Santilli si prodiga nel dare istruzioni, si spera che siano decisive. Il gioco risente di scarsa incisività, i giocatori sembrano estraniati, non mostrano di avere idee chiare, così si perde un set che poteva far aggiudicare i tre punti, si perde malamente. Il pubblico incita la squadra lo stesso, la scarsa concentrazione e determinazione rendono l'Icom altalenante, grandi giocate si susseguono ad errori banali.
Si è sempre in svantaggio, vani sono i tentativi di organizzarsi e opporsi, così il quarto set che poteva portare i tre punti è perso in maniera incomprensibile: 18-25 per il pareggio set 2-2.
Il quinto set è emozionante, uno svantaggio iniziale viene recuperato incredibilmente ed è 16 a 14, un risultato decisivo per la classifica, peccato per i tre punti, ma tutto sommato l'Icom ha mostrato una grinta sorprendente, giocate determinanti uno sforzo decisivo che premia la squadra pontina, si potevano fare i tre punti, ma accontentiamoci.
Nella conferenza stampa si evidenzia il grande recupero dei pontini nell'ultimo set dal 3-8 al 16-14, per l'allenatore Fracascia del Falconara è dovuto alla scarsa volontà di chiudere subito il set ed ad un calo di concentrazione e di copertura difensiva. Santilli si ritiene soddisfatto per aver battuto la prima in classifica e per aver mantenuto l'imbattibilità, esprime giudizio positivo per Di Belardino, lamenta il fallo antisportivo effettuato da Rossetti al suo giocatore Pezzullo, fallo che comportava la squalifica immediata del giocatore.

TABELLINO: ICOM LATINA - SIRA CUCINE FALCONARA 3-2
PARZIALI: 20-25; 25-21; 25-21; 18-25; 16-14.
ARBITRI: Ravallese (RG) e Tomaselli (CT).

REALIZZATORI:
ICOM: Herpe 16; Di Belardino 1; Batez 25; Grassini 1; Pezzullo 10; Cipollari 7; Cherednik 10.

FALCONARA: Rossetti 5; Stelmach 21; Cecconi 5; Berdon 10; Carbonetti 11; Draghici 7; Birarelli 4;

Vittorio Bertolaccini

    Tag

    Volley

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE