Economia

Successo a Campoverde per la nuova edizione della Fiera

È l'anno dei record. Sono 300 gli stand. E quasi 8500 i visitatori nei tre giorni di esposizione.

28/04/2008

La Mostra Agricola Campoverde, la Fiera Nazionale dell'Agricoltura, si è chiusa ieri. Circa 8500 persone hanno visitato questa mattina i 300 stand della Fiera, provententi in gran parte da Roma e dal sud Pontino. Un centinaio anche i visitatori stranieri, provenienti dalla Gran Bretagna e dalla Germania, che in visita sui Monti Lepini non hanno voluto mancare alla manifestazione dedicata all'agricoltura. Lievi disagi anche oggi sulla Pontina a causa dell'afflusso di auto: circa un km di coda si è formato in direzione sud, tra chi si stava recando alla Fiera e chi invece proseguiva per il mare. Seguitissimo il convegno di ieri mattina della Coldiretti, dedicato alla Filiera bufalina in Provincia di Latina: un Settore in piena crescita”. “Questo settore”, ha spiegato il presidente provinciale di Coldiretti Daniela Santori, “è stato coinvolto, senza sue colpe e responsabilità, dalla crisi che ha colpito la commercializzazione della mozzarella di bufala in seguito alle note vicende di contaminazione da diossina verificatasi in sole 33 aziende della Regione Campania. Ma l'eco del problema si è ripercosso anche sulla produzione pontina”. Rilancio del settore è stata la parola chiave di tutti gli interventi. Enzo Galetto, Direttore della Coldiretti Provinciale di Latina, ha puntato il dito contro la “crisi riflessa che ha lasciato danni in un settore già in crisi”: in questo contesto si inserisce anche la chiusura della Granarolo, un comparto importantissimo per l'economia pontina per il quale “bisognerà agevolare il subentro di un'altra azienda”. Galetto ha lanciato l'appello al prossimo ministro dell'Agricoltura: “C'è bisogno di un altissimo impegno per rilanciare il comparto bufalino italiano”. Italo Di Cocco, Presidente Ascom Latina, ha chiesto di cominciare a parlare meno di questi problemi per rilanciare il settore”, ed ha chiesto l'aiuto ai mass media affinchè non massifichino “un problema che riguarda solo alcune zone italiane e non l'intero comparto”: “Il messaggio passato era che tutte le mozzarelle italiane erano contaminate, ma le cose non stavano così. Dobbiamo lavorare – ha concluso – per far tornare le mozzarelle di bufala sulla nostra tavola”. Poco prima, l'Associazione Italiana falconieri dell'Area Mediterranea ha eseguito dimostrazioni pratiche su “l'uso dei falchi per la sicurezza all'interno degli aeroporti”, con l'impiego dei falchi per la sicurezza negli scali di Roma Fiumicino e Ciampino. Conclusione affidata alla Point Office Company che presenta i nuovissimi software per la gestione di aziende agricole e cooperative. Molta partecipazione anche per la VI esposizione nazionale cinofila Città di Aprilia e leesibizioni del Nucleo Cinofilo della Guardia di Finanza di Fiumicino e del Nucleo Cinofilo dei Vigili del Fuoco di Latina.
Uno speciale "dietro le quinte" è disponibile su ParvapoliS cliccando il relativo banner qui a lato.

Giuseppe Punzi

Tag

Campoverde

Altre notizie di economia

ELENCO NOTIZIE