Cronaca

Comune e Asl insieme per un centro salute

Consiglio comunale straordinario con soli due punti all'ordine del giorno

21/04/2008

Un incontro storico, l’ha definito il delegato alla sanità Francesco Maggiacomo, per il futuro della sanità a Cisterna. Su espressa richiesta del Sindaco Mauro Carturan, si è tenuto questo pomeriggio il Consiglio comunale straordinario con due soli punti all’ordine del giorno: l’incontro con il direttore generale della ASL di Latina, dottoressa Ilde Coiro, e la presentazione del Polo per la mobilità sostenibile. Ad illustrare le istanze della comunità cisternese in tema di servizi sanitari, l’intera assise comunale, mentre in rappresentanza dell’Azienda Sanitaria erano presenti il direttore generale dottoressa Ilde Coiro, il direttore sanitario aziendale dottor Carlo Saitto, il direttore sanitario del distretto nord, dottor Bellardino Rossi, ed i dirigenti territoriale dott. Ribatti e dott. Cirillo. Ad introdurre il tema centrale dell’incontro, la sanità, gli interventi degli esponenti di maggioranza ed opposizione ai quali si è aggiunto anche quello del presidente dell’Associazione Malati di Reni, Roberto Costanzi, che, dopo aver ringraziato l’amministrazione comunale di Cisterna per l’impegno che sta profondendo nella creazione di strutture sanitarie nell’ambito della dialisi territoriale in modo da rispondere alle esigenze degli utenti del comprensorio, ha sollevato perplessità e manifestato preoccupazione per la recente convenzione stipulata tra l’azienda sanitaria e una struttura accreditata per il prossimo varo di 19 posti letto di dialisi. Ciò, a detta di Costanzi, può rappresentare una contraddizione tra una scelta di privatizzazione del servizio di dialisi a fronte del notevole impegno già avviato dal Comune di Cisterna, oltre un milione e mezzo di euro come primo stralcio per la creazione del primo corpo edilizio del cosiddetto polo sanitario nel quale verrà allocata la dialisi territoriale comprensiva di non meno di 18 posti letto. Il restante impegno finanziario programmato dal Comune verrà impiegato per il completamento dell’intero Polo integrato di servizi socio-sanitari definito “Centro di salute polifunzionale” che prevede, oltre alla dialisi territoriale e all’ambulatorio di nefrologia, un centro di coordinamento per le cure pallitive a servizio dell’intera area settentrionale dell’azienda, un hospice per 8 pazienti, una struttura ambulatoriale polispecialistica (centro salute), un coordinamento distrettuale per l’assistenza domiciliare. Il direttore generale Coiro ed il direttore sanitario aziendale Saitto hanno rassicurato sia il Sindaco che l’intero consiglio comunale nonché il presidente dell’associazione Malati di Reni che il progetto andrà realizzato senza che la convenzione per posti di letto dialisi con istituti privati costituisca un ostacolo poiché il totale dell’offerta di posti letto per dializzati è stata pianificata in base all’andamento epidemiologico che prevede nel nostro territorio un crescente aumento di pazienti bisognosi di terapia dialitica. Soddisfazione è stata espressa al termine dell’incontro dal Sindaco Carturan e dal delegato alla sanità dott. Maggiacomo relativamente all’impegno assunto dai vertici regionali della ASL in un’assise pubblica. “Sarà cura dell’amministrazione – hanno dichiarato Carturan e Maggiacomo -, pur considerando il difficile momento finanziario che attraversa la Regione Lazio, esercitare una incessante opera di sensibilizzazione del presidente della giunta regionale Marrazzo e dell’assessore alla Sanità, Battaglia affinché venga data adeguata copertura finanziaria per la messa in funzione e gestione dei servizi sanitaria previsti a Cisterna dall’atto aziendale e sui quali c’è piena identità di vedute tra l’amministrazione comunale e l’azienda sanitaria”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna di Latina

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE