Cronaca

Rubata la bandiera del Sacrario dei Decorati

A poche settimane dalla solenne inaugurazione alla presenza dei sindaci della provincia

04/04/2008

A poche settimane dall’inaugurazione del Sacrario dei Decorati con una solenne manifestazione che ha visto la presenza di numerosissimi sindaci della provincia di Latina, alte personalità e associazioni, dello Schieramento del Reparto d’Onore (Fanfara Brigata Bersaglieri “Garibaldi – Compagnia dell’8° RGT Bersaglieri, si deve registrare, purtroppo, un ennesimo gesto di inciviltà e di vandalismo perpetrato, come sempre accade in questi casi, ai danni dell’intera collettività. Qualche notte fa, infatti, è stata rubata la bandiera posta all’interno dello spazio riservato alla memoria di chi ha sacrificato la sua vita in nome di valori sacri quali quelli dell’onore e della patria nel corso della I e della II guerra mondiale. Il Sacrario dei Decorati, infatti, è nato per volere dell’amministrazione per celebrare alcuni militari privernati morti nel corso dei due conflitti mondiali affinché non venga dimenticato il loro sacrificio e continui ad essere vivo nel presente soprattutto nel ricordo delle loro famiglie e delle giovani generazioni. “Un gesto sacrilego – ha affermato il sindaco – perché è stato rubato un simbolo che appartiene a tutti, alla città intera per il significato del luogo cui è legato. Intendo esprimere, a nome mio, del’amministrazione comunale ma anche a nome di tantissimi cittadini, profondo sdegno per quanto accaduto e sono sempre più convinto che sia assolutamente necessaria la compartecipazione della città intera per sconfiggere tali atti vandalici che, purtroppo, sono stati e continuano ad essere una costante per Priverno”. Appena qualche giorno fa, un nuovo gesto di profonda inciviltà ha interessato Fontana Vecchia – anch’essa inaugurata da pochissimo – dove sono comparse scritte indecorose sul monumento restaurato e riportato all’antico splendore. Ma la lista potrebbe allungarsi di molto: basti ricordare il furto di piante dalle aiuole ricavate a Ceriara subito dopo l’inaugurazione della piazza quest’estate, la rottura delle telecamere per la videosorveglianza in Via Giacomo Matteotti o i ripetuti ‘guasti’ alle cabine Enel per l’illuminazione pubblica. In risposta a quest’ultimo atto vandalico, il sindaco provvederà personalmente all’acquisto di una nuova bandiera da porre nel Sacrario in sostituzione di quella rubata.

Roberta Colazingari

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE