Eventi & Cultura

Metrodibattito, il tafferuglio è divertente

Però è utile, alle volte, parlare anche della sostanza, non solo della forma

02/03/2008

Leggo con molto interesse il dibattito che si sviluppa sui giornali, cartacei e on line, sulla questione metropolitana leggera. Mi piace il "tafferuglio" che si è creato. Lo chiamo "tafferuglio" perchè sembra una partita di calcio fatta da giocatori che non conoscono i ruoli in campo, vengo e mi spiego. I vari protagonisti dell'accesa disputa, sollevano dei bellissimi polveroni che sembrano le forme che gli uccelli disegnano nel cielo nella bella stagione, belli, ma spariscono dopo pochi secondi, e questo vale per tutti i protagonisti. Ma non voglio sindacare sulle modalità della discussione. Non è la forma a cui mi riferisco, ma alla sostanza. Il comitato spontaneo nel tentativo di sensibilizzare i cittadini parla un linguaggio "tecnico" (lunghezza, larghezza, costi, impatto economico, debito futuro, percentuale di incidenti), tutti argomenti interessanti, forse avranno valutato che sia il modo migliore di divulgare l'argomento. Ma così facendo offrono la possibilità a pseudo robin hood, di alzare polveroni ancora più accecanti. Il Consigliere comunale di opposizione, che rilancia con un referendum cittadino la possibilità di decidere se realizzare o meno l'opera tanto contestata sa, o perlomeno dovrebbe sapere, visto il mandato popolare ricevuto e la rappresentanza che gli è stata delegata, che il Comune di Latina NON possiede un REGOLAMENTO referendario, quindi, proporre questo o quel referendum popolare, non solo non serve a nulla, ma inasprisce gli animi della gente e confonde le idee a tutti! Se volete fare questa "partita" fatela con lealtà di pensiero ed onestà intellettuale, sennò alla snai mi gioco il pareggio...

Mauro Cattacin


    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE