Cronaca

A fuoco l'auto del cappellano dell'ospedale, l'intervento di Nardi

Il SIndaco: «Un vile atto d’intimidazione che offende l’intera comunità»

09/01/2008

“Un vile atto d’intimidazione che offende l’intera comunità e mortifica l’impegno morale e civile di Don Saverio, rifugio e conforto della gente che soffre”. Il sindaco di Terracina Stefano Nardi interviene sull’incendio dell’altra notte ai danni dell’auto di Don Saverio Mandalà, cappellano dell’Ospedale Alfredo Fiorini da 28 anni. “Attentato o atto vandalico, è un’azione da condannare con forza e concretezza. Con troppa disinvoltura – continua il Sindaco Nardi - i piromani continuano ad agire impunemente minando l’operato di tanti cittadini impegnati civilmente: imprenditori, politici, commercianti ed ora anche uomini di chiesa”. L’invito del Sindaco di Terracina è rivolto alle Forze dell’Ordine affinché questo episodio accaduto nel porticato del nosocomio non contribuisca a diffondere tra i cittadini la scarsa percezione della sicurezza pubblica. “Un fenomeno non più tollerabile – termina il Sindaco Nardi - che mette a rischio la sicurezza della civile convivenza. A Don Saverio tutta la mia vicinanza e solidarietà per l’accaduto, alle Forze dell’Ordine l’appello a stanare gli autori e ad intensificare il servizio di intelligence per prevenire attività destabilizzanti di questa natura”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Terracina

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE