Eventi & Cultura

Zac e la piccola fan

Quando a 12 anni hai gusti che gli adulti non si aspettano

27/12/2007

Quando ho detto a Claudia che Roberta (Colazingari) è l'addetta stampa di Zac lei non ci voleva credere. Ha strabuzzato gli occhi, e pareva quasi che le orbite le dovessero schizzare fuori da un momento all'altro. Sai che schifo. Era tutta presa da una contentezza incontenibile. A dodici anni pure a me capitava di infiammarmi e innamorarmi di tutto. Quando Alberto Camerini era ospite di Superclassifica Show ero tutto elettrico e non vedevo l'ora di dirlo ai miei genitori, o l'indomani in classe. Poi puntualmente accadeva che non gliene fregava un cazzo né ai miei genitori né alla classe, ma questo è un altro paio di maniche. Ma Claudia a esagerare esagerava. Mi tirava la manica. Già io quando guido non sono proprio una sicurezza. Figurati con una ragazzina che mi tira: "Ti prego, dille che mi conosci. Dille che mi conosci. Fammi incontrare Zac". Ora, avevo letto che Zac è il 15° sindaco più amato d'Italia, avevo letto che si girava tutte le scuole elementari e medie. Gli riconosco un carisma come pochi. Ma potevo figurarmi questo? "Dai telefona a questa Roberta adesso, ti prego, ti prego, ti prego. Io non posso vivere senza Zac". E qui, lo confesso, mi sono sentito preso per il culo. Ma ti pare che mi devo far mettere in mezzo da una di dodici anni. "Ahò, ma tutto il rispetto, ma Zac è Zac, mica Michael Jackson". Lei mi guarda tutta schifata. Michael Jackson? Manco le avessi detto Charles Manson. "Zac è bello", fa lei tutto convinta. "Sei tu che non capisci niente". Sì, avrà il suo fascino, ma che ti devo dire, Claudia, io a votare l'ho votato, ma che piacesse alle ragazzine non potevo sospettarlo. "Sì, ma guarda che piace anche a tutte le amichette mie". Zaccheo? "No, Zac Efron".

Mauro Cascio

    Tag

    Latina

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE