Politica

Prg, il Comune giovedì in Regione

È possibile che il Comitato esamini il Piano e che questo possa essere finalmente licenziato

11/12/2007

Qualcosa si muove. I continui e pressanti solleciti fatti dal sindaco di Priverno, Umberto Macci, nei confronti della Regione Lazio – da ultimo le note inviate al Presidente Marrazzo e all’assessore all’urbanistica Massimo Pompili nonché al tecnico istruttore – sembra stiano dando qualche risultato. Infatti, la discussione per l’esame del PRG nell’ambito del Comitato Regionale per il Territorio, è stata fissata per il giorno 13 dicembre p.v. Si spera che il Comitato possa esaminare il Piano e, alla luce dell’ulteriore istruttoria svolta dalla Regione, lo stesso (o almeno parte di esso) possa essere licenziato favorevolmente. La Regione aveva formulato delle riserve rispetto alle proposte di Piano avanzate dalle precedenti Amministrazioni ma, ritenendo valide le argomentazioni espresse dal sindaco Macci circa la necessità di fornire la città di uno strumento urbanistico, pur non condividendo l’impianto dello stesso, ha effettuato un supplemento di istruttoria. “La nostra città – dichiara il sindaco Macci - aspetta dagli anni ‘70 uno strumento urbanistico che ne regoli la crescita in modo ordinato e che dia risposte alle esigenze dei cittadini. La situazione attuale del territorio è una “vergogna collettiva” di cui dovrebbero essere chiamate a rispondere – almeno dal punto di vista politico – le tante amministrazioni che si sono succedute negli anni. Al momento dell’insediamento di questa amministrazione, fu deciso di sostenere lo strumento urbanistico che era stato adottato dalla precedente amministrazione. E questo pur non condividendone i contenuti ma nella speranza di poter arrivare, finalmente, ad un corretto utilizzo del territorio dando al contempo qualche risposta alle esigenze dei cittadini. Abbiamo sanato le carenze documentali e procedurali del Piano e ne abbiamo difeso la necessità in sede di Comitato Tecnico. Il Comitato Tecnico Regionale ha riconosciuto la necessità di un approfondimento dell’istruttoria anche al fine di verificare e rivedere l’aumento di cubatura proposto.” Ora non rimane che aspettare l’esito della convocazione del 13 dicembre.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE