Eventi & Cultura

Un anno di Romania in Ue. Diana Harja con Clemente Mastella

07/12/2007

Si è svolto a Roma presso la sala conferenze dell’Accademia di Romania il dibattito “Primo anno della Romania nell’Unione Europea. Vita socio-politica dei romeni comunitari” organizzato dal Partito Identità Romena con il patrocinio dell’Accademia di Romania e con la partecipazione dell’Ambasciata della Romania a Roma. Dopo un breve saluto del Direttore dell'Accademia di Romania Dott. Pineda, il Segretario del Partito Identità Romena, Avv.Geta LUPU ha svolto una introduzione generale sull'anno in corso toccando i temi della sicurezza e dell'integrazione socio-politica della comunità ed evidenziando la nascita e la crescita della prima struttura politica della comunità, appunto il Partito Identità Romena. Al dibattito sono intervenuti: On. Clemente Mastella – Ministro della Giustizia, On. Marco Verzaschi – Sottosegretario di Stato in Ministero della Difesa, On. Basilio Germanà – Senatore Forza Italia, On. Pietro Rao - Movimento per le Autonomie, On. Dorina Bianchi - Vicepresidente della Commissione Affari sociali (PD ), On. Fabio Satanica Spuma - portavoce per la città di Roma – La Destra, Dott. Massimo Converso - Presidente Nazionale Opera Nomadi, l’attrice Ramona Badescu – membro d’onore del PIR. I politici nazionali e locali di vari partiti presenti hanno seguito con interesse gli interventi svolti da Marius Burgulea - Presidente dell'Associazione “Spirit Romanesc”, da Maurizio Saudelli - Presidente del Partito Multietnico “Insieme per l'Italia”, da Alina HARJA - Presidente dell'Associazione “Amici della Romania”, da Vasile Mutu - responsabile PIR di Catania, da Avv.Giuseppe Zangaro - membro fondatore del Pir e da Mihai Muntean - membro della Segreteria PIR che ha chiuso i lavori. Il Ministro Mastella ha sottolineato le radici comune dei due popoli ed ha affermato che “bisogna essere poco indulgenti verso la criminalità come tale. La criminalità non ha colore o ragioni geografici”. In seguito il Ministro Mastella ha evidenziato il ruolo della comunità romena nella crescita economica dell’Italia, ma anche le differenze tra i romeni ed i rom. “Bisogna lavorare insieme per contrastare la criminalità come tale e per offrire solidarietà invece alle persone per bene, per aiutarle ad integrarsi” ha concluso Ministro Mastella. È stata presente anche una delegazione della Chiesa Ortodossa Romena, rappresentata da Padre Constantin Balauga, che ha consegnato al Ministro Mastella una lettera dell'Episcopo S.E.Siluan per attirare l'attenzione del Ministero della Giustizia sulla situazione del ministero ecclesiastico svolto nelle carceri dalla Chiesa Ortodossa in Italia. Ha presenziato all'avvenimento S.E. L'Ambasciatore di Romania Radu Horumba. Nel corso del dibattito, svoltosi in un clima di civile e sereno confronto sui temi di scottante attualità dell’integrazione e della sicurezza che ha visto ribadire il sostegno e l'appoggio del Partito dei Popolari Udeur al Partito dei Romeni Identità Romena ed a tutta la comunità italo – romena, diversi intervenuti hanno ribadito l'importanza dell'impegno politico della comunità romena e della figura del delegato del Sindaco per la comunità romena che si sta dimostrando un utile strumento di integrazione per i cittadini romeni nelle città di residenza. In un momento così delicato per i rapporti italo-romeni la partecipazione di politici italiani importanti di vari schieramenti, tra i quali due membri del Governo in carica (On. Mastella e On. Verzaschi), al dibattito sui problemi della comunità romena in Italia e sulla Romania ha dimostrato la volontà di voler ricondurre i rapporti italo – romeni ai consueti standard di rispetto ed amicizia che hanno sempre caratterizzato le relazioni bilaterali tra due stati latini ed europei. E’ stato ampiamente sottolineato sia dai rappresentanti dei partiti di governo che di quelli dell’opposizione la necessità di un dialogo equo e paritario con il partito che rappresenta la comunità romena in Italia ed il coinvolgimento maggiore nella vita socio-politica attuale come necessità nel processo di integrazione.

Roberta Colazingari

    Tag

    Roma

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE