Politica

Latina. Ppi, dopo il "tradimento" di Valle. Claudio Moscardelli: «Le divisioni sono un errore, il rischio è rimanere fuori dal Parlamento»

04/02/2001

Alcuni rappresentanti del PPI hanno aderito alla lista d'Antoni, ma hanno commesso un errore politico, questo il commento di Moscardelli, infatti, per accedere in Parlamento, occorre raggiungere il 4%.
La riflessione è di Moscardelli, che si sofferma anche sulla posizione di Giulio Andreotti, il suo distacco è dovuto a motivi politici, dopo aver ottenuto garanzie che la lista d'Antoni non farà alleanze in nessun caso
con Forza Italia. Il senatore giudica Berlusconi incompatibile e portatore di un progetto politico alternativo rispetto a quello di una forza di ispirazione cristiana. Questo dato politico, secondo Moscardelli, rimette in gioco il centrosinistra in molti collegi incerti dell'Italia centromeridionale.
Andreotti spera in un pareggio tra i due poli per che metterebbe a rischio la nuova legislatura e aprirebbe la via alla nuova legge elettorale proporzionale o la vittoria dell'Ulivo con la fine del Polo.
Andreotti spera di arrivare con la lista d'Antoni al 4%, mentre il PPI con la Margherita conta sul 9-10%.
Moscardelli informa che i suoi iscritti di Latina e provincia rimangono fedeli al partito, in questo senso vi sono in programma due appuntamenti: il 1° Marzo Rutelli sarà a Latina mentre il 2 Marzo verrà a Latina mentre il 2 Marzo il Ministro dell'Industria Enrico Letta.

Vittorio Bertolaccini

    Tag

    Latina

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE