Politica

Latina. Pedrizzi a Salvi: «Cosa aspetta il Ministero del lavoro a trasferire l'ufficio di collocamento?»

29/01/2001

Con una lettera al Ministero del Lavoro Cesare Salvi, il vicepresidente dei senatori di AN Riccardo Pedrizzi interviene sulla questione del reperimento di una nuova e più funzionale sede per l'ufficio di collocamento di Latina, chiedendo al ministro di "avviare quanto prima a soluzione il problema, fugando così l'insorgere di infondati sospetti di interessi di parte". «In effetti, la vicenda si trascina inspiegabilmente da circa due anni nonostante le ripetute assicurazioni del Ministero e malgrado le diverse soluzioni individuate (ve ne sono quattro sul tappeto), tutte più idonee e, particolare non trascurabile, meno costose dell'attuale sede unanimamente ritenuta scomoda e inadeguata». «L'assurdo» - nota il parlamentare pontino - «è che mentre il prezzo del canone di affitto per gli inospitali locali di via Bruxelles è di 17mila lire al mentro quadrato al mese, il prezzo del canone proposto da coloro che hanno partecipato al bando di gara offrendo locali di recente fabbricazione tutti o quasi ubicati nel centro direzionale, varia dalle 11 alle 12 mila lire per metro quadrato al mese. Ciò vuol dire che al Ministero del Lavoro va bene spendere circa 60 milioni l'anno in più per fare stare peggio i suoi dipendenti ed anche gli utenti. Se il Ministro Salvi c'è, batta un colpo».

Mauro Cascio

    Tag

    Latina

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE